Politica Lanciano

Il presidente del consiglio comunale di Lanciano si riduce l'indennità

Questa decisione, unita a quella di sindaco e assessori, permetterà all'ente di risparmiare 4mila euro l'anno

Il presidente del consiglio comunale di Lanciano, Leo Marongiu, si riduce l'indennità del 25%. Una decisione arrivata dopo la seduta di ieri (lunedì 17 luglio) del consiglio comunale, in cui è stata discussa la rideterminazione dei gettoni di presenza per i consiglieri comunali. In questo modo, l'ente risparmierà oltre 4mila euro l'anno.

Il legislatore, infatti, ha disposto che, per i Comuni tra i 30 e 250 mila abitanti, il gettone di presenza per sedute consiliari e di commissione ammonti a 33,19 euro.

"Nella logica di riduzione delle spese e del contenimento costi della politica e dei risparmi che l'Amministrazione comunale di Lanciano ha previsto - spiega Marongiu in una nota - ho partecipato convintamente alle misure di rigore assunte anche dal sindaco e dalla giunta, con una riduzione volontaria dell'indennità di funzione pari al 25%".

Gli oltre 4mila euro risparmaiti serviranno a finanziare le priorità stabilite dalla giunta. "Questo provvedimento - osserva il presidente - non basta da solo a rispondere alle necessità quotidiane dei cittadini: ne sono fermamente convinto. Ma sono altrettanto certo - prosegue - che sia doveroso dare un segnale concreto di vicinanza e prossimità alle esigenze della cittadinanza, nel rispetto dei tempi difficili che viviamo. Il tutto, ci tengo a sottolinearlo con forza, tenendo in gran conto l'impegno e la presenza che ognuno di noi fornisce ogni giorno alla risoluzione dei problemi della cosa pubblica; ritengo infatti che il maggior risparmio per le casse pubbliche stia nell'efficacia e nell'efficienza dell'azione amministrativa che deriva dalla qualita' del lavoro degli amministratori stessi", conclude Marongiu. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il presidente del consiglio comunale di Lanciano si riduce l'indennità

ChietiToday è in caricamento