Venerdì, 18 Giugno 2021
Politica

La polizia penitenziaria manifesta a Vasto contro “l’inammissibile carenza di personale”

A loro fianco Smargiassi: “Presenterò una mozione, anche la Regione Abruzzo deve fare la sua parte e portare la questione alla conferenza stato regioni”

Gli agenti di polizia penitenziaria della casa circondariale di Vasto hanno manifestato questa mattina per denunciare “l’inammissibile carenza di personale che li costringe a turni massacranti e alla mancanza di ferie ormai da anni”. 

Al loro fianco il consigliere regionale Pietro Smargiassi, che annuncia una mozione in Regione, e la deputata M5s Carmela Grippa.

“A Vasto – dice Smargiassi - la situazione è drammatica: l’organico è al di sotto del 50% della numerazione stimata, molti agenti hanno quasi raggiunto l’età per la pensione e non è prevista una mole di assunzioni che possa definitivamente risolvere il problema. Parliamo di un lavoro usurante sia dal punto di vista fisico che psicologico anche in condizioni ottimali, figuriamoci sotto organico. Oggi gli agenti mi hanno informato su aggressioni al personale e atti di violenza. Situazioni gravi, che si aggiungono alle tristi vicende di cronaca che hanno investito la casa circondariale settimane fa. Alla luce di tutto questo è normale che il personale chieda un aiuto e le istituzioni, tutte, dovrebbero impegnarsi su questo fronte in tutto il territorio. Il M5S c’è e si è attivato da tempo sulla questione in ogni grado istituzionale”.  

Smargiassi depositerà una mozione per chiedere formalmente alla giunta Marsilio di portare sul tavolo della conferenza Stato Regioni un piano per risolvere la cronica carenza di personale che investe Vasto, ma anche le altre case circondariali abruzzesi.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La polizia penitenziaria manifesta a Vasto contro “l’inammissibile carenza di personale”

ChietiToday è in caricamento