menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Mezzo spazzaneve in corso Marrucino

Mezzo spazzaneve in corso Marrucino

Nuova ondata di maltempo, vecchie polemiche: "Il piano neve si è fermato in corso Marrucino"

“A guardare le vie limitrofe e percorrendo le strade che portano fuori dal centro - lamenta il consigliere di minoranza Febo - sembrerebbe che gli sforzi di questo tanto declamato piano neve si fermino per il Corso Marrucino"

Dopo le polemiche di dieci giorni fa, ad opera dei consiglieri di minoranza Di Iorio, Marzoli e dello stesso Febo, la nuova ondata di maltempo, di dimensioni superiori a quella a ridosso dell’Epifania, scatena nuove proteste. Il consigliere comunale di opposizione Luigi Febo, accusa l’amministrazione di aver concentrato la pulizia soltanto in corso Marrucino, “l’unica isola pedonale della città”.

“A guardare le vie limitrofe e percorrendo le strade che portano fuori dal centro - incalza - sembrerebbe che gli sforzi di questo tanto declamato piano neve si fermino per il Corso Marrucino".

“E intanto gli autobus continuano a non circolare, le auto sono intrappolate nella neve, molti negozianti, anche ieri, non sono riusciti ad aprire e anche le strade dove sono passati gli spazzaneve, pochissimi, sono ancora piene di neve e buche”, dice, facendo riferimento a strade importanti a ridosso del centro, come via Pianell, via Papa Giovanni, via Picena, via Asinio Herio, via Valignani, via Gran Sasso. 

“Proprio perché è una nevicata eccezionale - aggiunge il piano neve avrebbe dovuto essere pensato e organizzato bene. Perché chi riesce ad uscire dalle mura della città si chiede: come mai  appena si passa dalle strade comunali a quelle  di competenza provinciale la neve sparisce?”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scende l'Rt e Marsilio è fiducioso: "L'Abruzzo non sarà tutto rosso"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento