Piccoli tribunali abruzzesi, Marcozzi (5 stelle) accusa la giunta regionale: "Non ha previsto fondi per sostenerli"

La proposta di legge analizzata in commissione Bilancio non prevede risorse, che sono tutte a carico dei Comuni

La Regione non prevede fondi per salvare i piccoli tribunali abruzzesi. È l'accusa della capogruppo del Movimento 5 stelle in consiglio regionale, Sara Marcozzi, dopo la seduta della commissione Bilancio di questa mattina. 

Nel progetto di legge sui tribunali di Lanciano, Vasto, Avezzano e Sulmona, a rischio chiusura, dice, "i costi per la nuova organizzazione dei tribunali, con il rafforzamento degli organici, rischiano di finire interamente sulle spalle dei Comuni interessati. Una soluzione assolutamente non percorribile, a maggior ragione in periodo di emergenza economica, con i territori alle prese con i postumi del Covid. Lo abbiamo ribadito nel corso della seduta, a cui erano presenti anche i Sindaci dei comuni e i rispettivi presidenti del consiglio degli ordini degli avvocati". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La consigliera punta il dito contro la giunta Marsilio, che non avrebbe considerato risorse per "sostenere concretamente le strutture e i lavoratori".

“È fondamentale lavorare per sostenere con ogni strumento possibile i nostri tribunali - aggiunge - e la Regione non può tirarsi indietro davanti alle proprie responsabilità. Il progetto di legge è in una sua prima analisi e mi auguro che il centrodestra non cerchi fin da subito scuse o appigli vari per non apportare ogni tipo di miglioramento possibile. Come succede per ogni provvedimento, il Movimento 5 Stelle è pronto a presentare emendamenti di merito, lavorando per il bene degli abruzzesi a tutela dei tribunali della nostra Regione. La strada da percorrere è chiara, e spero che anche la giunta Marsilio voglia seguirla, a maggior ragione dopo la grande propaganda che, per mesi, è stata fatta dal centrodestra intorno alla questione. Dobbiamo lavorare per salvaguardare queste strutture, e le istituzioni regionali adesso non possono tirarsi indietro”, conclude Marcozzi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Pantafica, lo spaventoso spettro notturno secondo la credenze popolare abruzzese

  • Coronavirus: 54 nuovi casi in Abruzzo, la maggior parte in provincia di Chieti e c'è anche un morto

  • Coronavirus: altri 37 nuovi positivi, 11 nel Chietino

  • Coronavirus: un solo nuovo caso, ma c'è un morto per la prima volta dopo un mese un mezzo di tregua

  • La d'Annunzio è pronta a ripartire: lezioni su prenotazione, esami a scelta in presenza oppure online

  • Coronavirus: oggi in Abruzzo 11 nuovi casi, 3 persone in terapia intensiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento