Pd, servono persone che possono portare un contributo positivo al rilancio di Chieti

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

Una coalizione ampia, aperta e inclusiva di tutte quelle persone che possono portare un contributo positivo al rilancio di Chieti». Questo il perimetro delle alleanze disegnato dal segretario provinciale del Partito Democratico, Chiara Zappalorto.

«Abbiamo iniziato a discutere con le forze politiche presenti in Consiglio che in questi cinque anni hanno fatto una dura opposizione all'amministrazione Di Primio», spiega Zappalorto, «un sindaco che col passare dei mesi ha perso pezzi sempre più consistenti della propria maggioranza».

L'obiettivo, per il Segretario provinciale del Pd, è però quello di allargare il confronto sulle idee e sui progetti di sviluppo. «Abbiamo letto in questi giorni di polemiche strumentali e personali – osserva Chiara Zappalorto – mentre non abbiamo trovato traccia di proposte concrete di rilancio per Chieti. La nostra idea del futuro della Città è chiara, fondata sul grande giacimento culturale che per troppo tempo non è stato adeguatamente valorizzato e sul recupero di quei grandi spazi che sono a disposizione – o lo saranno a breve – dell'interà Comunità teatina, come le vecchie caserme. Attendiamo per questo il contributo delle associazioni, dei movimenti e delle liste civiche che in questi cinque anni hanno affrontato difficoltà enormi per emergere con proposte di assoluta qualità che hanno portato il nome di Chieti alla ribalta. Dalla loro energia e dal patrimonio delle loro esperienze – conclude il segretario del Partito Democratico - siamo convinti di poter trarre spunti utili per unire le forze migliori della Città attorno a un progetto realizzabile di sviluppo dell'intero tessuto urbano, senza divisioni e senza barriere».

Torna su
ChietiToday è in caricamento