Politica

"Basta allarmismi, Cardiochirurgia resta a Chieti e il polo del cuore si allarga"

Il Partito Democratico replica ai timori diffusi nei giorni scorsi, dopo la proposta avanzata dalla consulta clinica

“Basta con i populismi e con le notizie non vere: il polo del cuore funziona regolarmente dal 2015 ed è a Chieti”. Così il gruppo consiliare del Partito Democratico replica ai timori degli ultimi giorni sul possibile trasferimento di Cardiochirurgia all’ospedale di Pescara. L’allarme era stato lanciato dal presidente della commissione di Vigilanza Mauro Febbo, poi ripreso dal sindaco di Chieti Umberto Di Primio, che aveva garantito di voler lottare per Chieti. 

I consiglieri del Partito Democratico e di Chieti per Chieti hanno incontrato la stampa per rassicurare gli animi e fare il punto della situazione. “Oggi - spiega Luigi Febo - la palazzina M è completa con Cardiochirugia, Cardiologia, Utic, sale operatorie”. Nel dettaglio, ci sono 4 posti all’Utic di Cardiochirurgia, 22 posti letto in Cardiochirugia, 6 posti in Utic e 22 posti di Cardiologia. 

Ad parie verranno inaugurate due nuove sale di Emodinamica, visto che finora ne esiste solo una, incardinata del reparto di Radiologia. Ed entro l’anno ci sarà anche l’Aritmologia. “Al posto di fare allarmismo sulla città che è in piena sofferenza - incalza Febo - pensassero ad avere idee per la città”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Basta allarmismi, Cardiochirurgia resta a Chieti e il polo del cuore si allarga"

ChietiToday è in caricamento