Anche il Pd di Atessa contro la delocalizzazione della Cornaglia

Il Pd esprime vicinanza ai 25 dipendenti dello stabilimento Cornaglia e si appella alla Regione Abruzzo

Dopo la notizia della delocalizzazione dell’Azienda Cornaglia di Atessa nel torinese e il conseguente stato di agitazione dei lavoratori del serbatoio benzina destinato ai furgoni con impianto a metano prodotti da Sevel, anche il Pd di Atessa esprime netta contrarietà.

"Una decisione - commentano dal circolo di Atessa - che se dovesse avere seguito, avrebbe delle ripercussioni negative con conseguente impoverimento industriale della povincia di Chieti e che metterebbe inoltre in dubbio le sorti delle lavoratrici che saranno chiamate a spostarsi altrove per mantenere in essere il loro rapporto di lavoro. Il circolo Pd Atessa, unitamente al Pd provinciale di Chieti, esprime vicinanza ai 25 dipendenti dello stabilimento Cornaglia e allo stesso tempo si appella alla Regione Abruzzo, e in particolare all’assessore alle Attività Produttive, Mauro Febbo, al fine di scongiurare la delocalizzazione dell’Azienda in Piemonte".

E promette di seguire la vicenda "al fine di tutelare i lavoratori e il lavoro nella Val di Sangro, polo centrale produttivo importante per l’Abruzzo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Presunti favori dai vigili": il nome di Marsilio nella puntata di Report, ma il presidente respinge le accuse

  • Il Wwf conferma: "Lupi avvistati e fotografati nella periferia di Chieti"

  • Dopo una telefonata gli clonano il numero e rubano 15 mila euro dal conto: denunciate

  • Tragico incidente nella rimessa di casa: muore schiacciato dall'escavatore

  • Coronavirus: 560 nuovi contagi e 12 morti in Abruzzo nelle ultime 24 ore

  • Cos’è il saturimetro e perché averne in casa uno in questo periodo di emergenza sanitaria

Torna su
ChietiToday è in caricamento