Martedì, 26 Ottobre 2021
Politica

Nasce il patto per la scuola: "La voce di famiglie e studenti, senza colore politico"

È l'iniziativa nata dall'accordo fra l'associazione La gente d'Abruzzo, presieduta da Federico Gallucci, e la consigliera comunale di Azione Politica Serena Pompilio

Si chiama "Scuola sicura, scuola sostenibile: la cura di sé, dell'altro e dell'ambiente" l'iniziativa nata dall'accordo fra l'associazione La gente d'Abruzzo, presieduta da Federico Gallucci, e la consigliera comunale di Azione Politica Serena Pompilio. 

Un patto che mira a farsi carico delle istanze della scuola teatina, dalle condizioni degli studenti in classe, al servizio mensa ancora non riattivato, al trasporto scolastico. 

Un'iniziativa, puntualizzano i promotori, fuori da ogni bandiera partitica, ma con l'obiettivo, attraverso, la consigliera, di "attivare un percorso istituzionale per dare voce ai cittadini ma soprattutto perché la rappresentanza istituzionale, Regione, Provincia e Comune si attivino per risolvere i problemi secondo le loro competenze", spiega Gallucci.

"Le problematiche della scuola - aggiunge Pompilio - sono tante e devono essere affrontate in maniera concreta. A mio avviso il problema è che si continua a procedere in modo frammentario: dalla sicurezza nelle scuole, i trasporti, le mense fino al rispetto dei protocolli Covid. Purtroppo però non c’è coordinamento tra le istituzioni e si vive un costante rimpallo di responsabilità".

Uno dei temi che le famiglie chiedono di affrontare è quello dei trasporti pubblici, anche alla luce delle proteste degli studenti nelle ultime settimane: "Pensiamo ai tagli dei trasporti urbani messi in atto dall’amministrazione comunale - dice - tra questi rientrano anche gli autobus che accompagnano all’ingresso e all’uscita i nostri studenti. Questo discorso va coadiuvato anche a livello provinciale non solo con la La Panoramica ma anche con la Tua perché troppo spesso le famiglie con figli si trovano in difficoltà"

A questo si aggiunge il rimborso dei testi scolastici, "che ha visto il solito rimpallo di responsabilità tra Comune e Regione - lamenta la consigliera di Azione Politica - con il risultano che sono sempre le famiglie a pagare. Noi ci proponiamo di arrestare una volta per tutte queste mancanze portando avanti le istanze dei cittadini". 

Tra i genitori presenti alla presentazione dell’accordo tra L’associazione “La gente d’Abruzzo” e Serena Pompilio era presente anche Massimo Santarelli, presidente del consiglio d’istituto del Savoia di Chieti. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nasce il patto per la scuola: "La voce di famiglie e studenti, senza colore politico"

ChietiToday è in caricamento