Martedì, 16 Luglio 2024
Politica

Il partito liberale riparte da Chieti: il coordinatore provinciale è Alessandro Carbone

Si è costitutuita la prima sezione provinciale del partito liberale italiano, nella quale il direttivo provinciale ha eletto all'uninanimità l'ex consigliere comunale

Parte da Chieti la sfida liberale: in città si è infatti costitutuita la prima sezione provinciale del partito liberale italiano, nella quale il direttivo provinciale ha eletto all'unanimità coordinatore provinciale Alessandro Carbone, manager nel settore della finanza, ex consigliere comunale, da sempre  impegnato in politica.

"Dalla città di Chieti partirà un laboratorio politico nazionale che vedrà il capoluogo teatino protagonista di questo progetto - afferma Carbone - l'idea è quella di creare un vero e proprio  spazio politico liberale con il partito liberale italiano, che avrà il ruolo di partito trainante, ma allo stesso tempo si  lavorerà per il massimo coinvolgimento di realtà civiche, un progetto ampio e inclusivo che ha uno sguardo oltre il concetto di  partito stesso, la sfida sarà quella di aprirsi  il più possibile alla società civile, al mondo delle associazioni, all'area moderata, cattolica e centrista, un progetto che metterà al centro le  persone con il coinvolgimento di un mondo che spesso è tenuto ai margini della politica proprio  dai partiti, ma al quale non si può rinunciare, un offerta politica che oggi in realtà manca non solo sui territori, ma anche a livello nazionale".

Carbone spiega che la scelta è caduta su Chieti "perché negli ultimi anni è una città che ha avuto delle evidenti difficoltà economico  gestionali, ed è proprio da qui che vogliamo ripartire guardando alle prossime elezioni amministrative, coinvolgendo  personalità che questa città possiede come patrimonio umano  e che spesso sono tenute in panchina proprio  dalle logiche dei partiti  spesso  tenuti in piedi solo dalla  autoreferenzialita' delle proprie segreterie. Partiremo  definendo una carta dei valori condivisa che metta nero su bianco la visione, i principi e le priorità di questo progetto, partendo dalla creazione di tavoli tematici misti tra mondo delle associazioni, istituzioni, professionalità e società  civile per elaborare proposte concrete dalle  quali ne uscirà un manifesto politico con azioni da mettere in pratica sul territorio". 

A settembre a Chieti verrà organizzata una grande assemblea ostituente aperta a tutti, nella quale saranno presenti i dirigenti nazionali del partito e dove il partito liberale presenteremo la carta dei valori, il manifesto politico e le priorità programmatiche.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il partito liberale riparte da Chieti: il coordinatore provinciale è Alessandro Carbone
ChietiToday è in caricamento