Politica

Ospedale Guardiagrele, Taglieri porta il caso in Regione: “Quale sarà il futuro?"

Il consigliere regionale del Movimento 5 Stelle chiede chiarezza alla Regione sul presidio ospedaliero guardiese

Il futuro dell'ospedale di Guardiagrele è argomento del consiglio regionale. A sollevare la questione è il consigliere del Movimento 5 Stelle, Francesco Taglieri che sottolinea come "nonostante le manifestazioni da parte dell'assessore alla Sanità, Nicoletta Verì che ha più volte espresso la volontà di mantenere attiva la struttura - spiega Taglieri -  nell'ultima bozza del Piano Sanitario Regionale, presentato in Commissione Sanità, l'ospedale in questione non viene mai menzionato".

A questo punto Taglieri si rivolge alla giunta Marsilio per chiedere: "che fine farà l'ospedale SS. Immacolata di Guardiagrele visto che il presidente Marsilio aveva promesso che sarebbe stato classificato come Ospedale di 'area disagiata'. L'assessore Verì, lo scorso 29 luglio, ha dichiarato che  verrà riqualificato come stabilimento ospedaliero con sede di pronto soccorso, funzionale al presidio ospedaliero di Chieti'”.

Queste dichiarazioni secondo Taglieri contrastano con la posizione espressa dal direttore generale della Asl, Thomas Schael "arrivato addirittura a minacciare le dimissioni nel caso in cui quello di Guardiagrele fosse riconosciuto come stabilimento di Chieti". Mi aspetto - conclude il consigliere -  che il caso venga affrontato il prima possibile per trovare una soluzione definitiva".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospedale Guardiagrele, Taglieri porta il caso in Regione: “Quale sarà il futuro?"

ChietiToday è in caricamento