Ospedale di Chieti, Taglieri (M5s): "Mancano 2 mila infermieri"

Il consigliere regionale pentastellato denuncia l'impossibilità per il personale sanitario di poter godere delle ferie estive

"Il personale infermieristico abruzzese rischia di non potere godere delle meritate ferie estive". In particolare, secondo il consigliere del Movimento 5 Stelle, Francesco Taglieri a rischiare di più sarebbero i dipendenti della Asl Lanciano - Vasto - Chieti a causa della "difficoltà di organizzazione e programmazione dettata dalla cronica carenza di forza lavoro".

Il consigliere regionale parla di "un buco di oltre 2mila unità, una carenza cronica che oggi però, nella delicata situazione post Covid, evidenzia una maggiore difficoltà sia nell’organizzazione e nella programmazione di ferie estive e sia per qualità assistenziale e ritorno alla normalità. Considerato che in questo periodo tantissimi servizi come le consulenze, le visite diagnostiche e altre attività di routine, sono a trazione ridotta e che le Asl garantiscono esclusivamente urgenze a livello specialistico - spiega Taglieri -  risulta ancora più lampante la mancanza di personale che costringe gli infermieri a non poter garantire una turnazione adeguata per godere delle ferie".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Taglieri chiede alla Regione di affrontare la questione "soprattutto rilevato il fatto che in periodo di emergenza, queste carenze hanno dimostrato di investire ugualmente altre figure chiave della forza lavoro delle Asl come i medici e gli Oss. Chi governa questa regione dovrebbe ricordarsi che più di una volta il personale sanitario con la propria forza e professionalità ha sopperito alle scelte sbagliate e alla mala gestio degli 'uffici'. Chi svolge la propria professionalità in corsia dovrebbe essere rispettato e tutelato dalla politica, non messo in condizione di lavorare senza i diritti di base”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Pantafica, lo spaventoso spettro notturno secondo la credenze popolare abruzzese

  • Coronavirus: 54 nuovi casi in Abruzzo, la maggior parte in provincia di Chieti e c'è anche un morto

  • Coronavirus: altri 37 nuovi positivi, 11 nel Chietino

  • La d'Annunzio è pronta a ripartire: lezioni su prenotazione, esami a scelta in presenza oppure online

  • Coronavirus: un solo nuovo caso, ma c'è un morto per la prima volta dopo un mese un mezzo di tregua

  • Camioncino della nettezza urbana si ribalta contro un muro di cinta

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento