menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il presidio ospedaliero Centro di coordinamento regionale per le malattie rare: gruppi consiliari al lavoro

‘Chi Ama Chieti’ e ‘Chieti C’è’ commentano con soddisfazione l’approvazione all’unanimità, nell’ultimo consiglio comunale, dell’ordine del giorno relativo

I gruppi consiliari ‘Chi Ama Chieti’ e ‘Chieti C’è’ sono al lavoro per far si che il presidio ospedaliero teatino diventi il Centro di coordinamento regionale per le malattie rare. L’ordine del giorno relativo all’accreditamento è stato approvato all’unanimità nel corso dell’ultimo consiglio comunale.

Un tema molto delicato, riassunto davanti all'assise dalla consigliera capogruppo di ‘Chi Ama Chieti’ Silvia Di Pasquale: "Per troppi anni la nostra Asl ha subito scippi e depauperamenti, è giunto il momento di ribellarci. Non ritengo giusto che un centro di riferimento nazionale per tutte le realtà legate alle malattie rare quale è quello teatino non venga accreditato come Centro di coordinamento regionale".

Il prossimo 15 febbraio all'ospedale SS. Annunziata è in programma l'inaugurazione di uno sportello creato da alcune associazioni e messo a disposizione di tutte le persone affette da malattie rare. "Ci auguriamo possa, a breve, ricevere il riconoscimento istituzionale che merita, anche perché a volerne fortemente la nascita sono stati alcuni tra i dirigenti medici più prestigiosi del SS. Annunziata, e mi riferisco alla dottoressa Patrizia Di Gregorio, al professor Liborio Stuppia e al professor Francesco Chiarelli. Ringrazio - conclude Di Pasquale -  il presidente della IV Commissione Comunale Sanità, dottoressa Gabriella Ianiro, e tutti i colleghi consiglieri che la compongono, parimenti al capogruppo di ‘Chieti C’è’, il dottor Vincenzo Ginefra, i quali hanno immediatamente accolto il mio appello e compreso l’importanza di fare squadra affinchè la nostra città sia riconosciuta quale punto di riferimento per le tante famiglie che vivono la difficilissima realtà rappresentata dal mondo delle malattie rare”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scende l'Rt e Marsilio è fiducioso: "L'Abruzzo non sarà tutto rosso"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento