Ospedale di Atessa, il centrodestra: "Nostra la proposta di potenziamento"

I partiti Forza Italia, Fratelli d’Italia, Unione di Centro e Lega rivendicano la paternità della proposta

"Ci rammarica apprendere che la proposta per il potenziamento dell’ospedale di Atessa sia stata presentata in consiglio comunale a firma dei soli consiglieri di LiberAtessa".  I coordinatori cittadini dei partiti del centrodestra Atessano, Forza Italia, Fratelli d’Italia, Unione di Centro e Lega accusano i consiglieri di LiberAtessa di appropriarsi del lavoro altrui per rifarsi una verginità politica senza fare alcun minimo accenno a chi da tempo ci stava lavorando con tanto impegno e sacrificio". 

Sull'ospedale "San Camillo" i rappresentanti dei partiti di centrodestra ricordano mercoledì 27 maggio a Pescara, si era svolto un incontro con l'assessore alla Salute, Nicoletta Veri e il direttore del Dipartimento Salute della Regione Abruzzoin cui si era parlato delle "problematiche del nosocomio atessano e messe sul piatto proposte concrete per un suo fattivo potenziamento, tanto da ricevere rassicurazioni per una loro fattiva concretizzazione. Tali rassicurazioni, hanno portato a strutturare al termine dell’incontro, una proposta condivisa tra tutte le forze politiche presenti; proposta che nello stesso pomeriggio di mercoledì è stata illustrata in consiglio comunale dal consigliere Pellegrini".

I partiti di centrodestra rivendicano il lavoro svolto a favore dell'ospedale. "Il contenuto della proposta - spiegano dal centrodestra atessano - era stato ideato e condiviso dalle forze partitiche. Le forze del centrodestra continueranno comunque a lavorare per il bene del 'San Camillo de Lellis' della città".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'Abruzzo cambia idea: "Ritorno in zona arancione dal prossimo 4 dicembre"

  • L'Abruzzo non uscirà dalla zona rossa il 4 dicembre: manca solo l'ufficialità

  • Nuove assunzioni alla De Cecco dal 2021: ecco il piano industriale

  • Covid-19: cambia lo scenario in Italia, ma l'Abruzzo resta 'rosso'

  • Abruzzo in zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto ma si prova ad anticipare

  • Esercenti disperati per la perdita del ponte dell’Immacolata: "Abruzzo unica regione rossa: ristori subito"

Torna su
ChietiToday è in caricamento