rotate-mobile
Politica

Organismo di valutazione, anche Colantonio (Lega) chiede di annullare la delibera: "Il controllato non può diventare controllore"

Il consigliere appoggia la tesi del sindacato Uil Fpl e chiede alla commissione Controllo e garanzia di attivarsi per censurare l'atto approvato dalla giunta comunale

Chiede l'intervento della commissione di Controllo e garanzia il capogruppo della Lega Mario Colantonio, in merito alla questione di incompatibilità sollevata dalla Uil Fpl. Il caso riguarda la nomina del segretario comunale nell'Organismo indipendente di valutazione, che per il sindacato crerebbe un conflitto e per questo ne chiede l'annullamento. 

"Come potrebbe - chiede Colantonio - un 'controllore' rivestire contemporaneamente la carica di 'controllato' e del demandato a valutare il 'controllato'?". Il segretario generale, infatti, come evidenziato anche dalla Uil Fpl, riveste anche la carica di dirigente: "Un domani - incalza l'esponente della Lega - valuterebbe non solo l'operato degli altri dirigenti ,ma anche il proprio". 

Il consigliere di centrodestra sottolinea che l'Oiv, "che è sempre stato costituito da professionista esterno all'amministrazione, finita la valutazione relativamente ai dirigenti operanti, ne valuti gli obiettivi raggiunti. E il punteggio con graduatoria di merito si traduce successivamente in premi economici annuali anche consistenti". 

Per questo, Colantonio spiega che chiederà l'intervento della commissione, "affinché si attivi immediatamente nel censurare l'atto, salvo trasmissione della stessa delibera agli organismi deputati al controllo e legittimità degli atti amministrativi".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Organismo di valutazione, anche Colantonio (Lega) chiede di annullare la delibera: "Il controllato non può diventare controllore"

ChietiToday è in caricamento