Giovedì, 28 Ottobre 2021
Politica

Cittadinanza italiana: il Pd provinciale presenta una mozione

Il gruppo sostiene la necessità di modificare la legge sulla cittadinanza con particolare riferimento ai ragazzi di origine straniera nati o cresciuti in Italia

Il Partito Democratico provinciale ha presentato una mozione sul tema "Chi nasce e cresce in Italia è italiano”, dando così seguito immediato a quanto deliberato assunto durante l’assemblea nazionale dei circoli a Roma.

Come spiega il capogruppo Camillo D’Amico, “Il testo dell’ordine del giorno verrà iscritto nella discussione del prossimo consiglio provinciale, a  giorni. L’approvazione del ddl attualmente in discussione alla Camera dei Deputati – continua - va sostenuto in ragione del sacrosanto principio di dare piena dignità di cittadino Italiano a chi, pur figlio d’immigrati, è nato in Italia oppure, avendo compiuto l’intero ciclo di studi nel nostro paese, possa godere di tutti i diritti civili quanto i nostri giovani perché sicuramente inseriti nella nostra cultura e tradizioni”.

Secondo l’ISTAT in Italia al 1 gennaio 2011 gli stranieri residenti hanno raggiunto la cifra di 4.570.317, con un incremento del 7,9% rispetto all’anno precedente. Alla stessa data, i minori stranieri nati o cresciuti  in Italia erano circa un milione, cioè quasi il 22% dei minori residenti nel nostro paese.

 Secondo il Rapporto Immigrazione 2010 in provincia di Chieti 18.260 residenti sono stranieri, registrando un incremento del 4,6% . Gli stranieri in provincia di Chieti sono in prevalenza giovani: il 56 % circa ha un'età inferiore ai 36 anni.

“Il mio auspicio è che, l’ordine del giorno, trovi un ampia condivisione di tutti i gruppi consiliari – conclude D’Amico -  se ciò sarà, il consiglio provinciale di Chieti, darebbe un segnale di grande maturità ed altruismo nei confronti di questi ultimi della nostra martoriata società”.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cittadinanza italiana: il Pd provinciale presenta una mozione

ChietiToday è in caricamento