rotate-mobile
Politica Torrebruna

Orari dei mezzi pubblici incompatibili con le esigenze dei lavoratori a Torrebruna: presentata una risoluzione

Il consigliere regionale M5S Taglieri interviene: “I servizi minimi devono basarsi sulle esigenze dei cittadini e non dei privati. La giunta faccia chiarezza e intervenga”

Trasporto pubblico carente e non adeguato alle esigenze dei cittadini a Torrebruna. Lo segnala il consigliere regionale M5S Francesco Taglieri che, accogliendo la richiesta di numerosi cittadini, ha presentato una risoluzione per impegnare la giunta regionale a trovare la migliore soluzione possibile per garantire nel territorio un servizio di trasporto efficiente.

“I servizi minimi all'interno del trasporto pubblico locale devono basarsi sulle esigenze dei cittadini e non dei privati - esordisce Taglieri - e devono essere strettamente legati alla necessità di garantire il diritto alla mobilità individuale ai cittadini di aree a bassa densità abitativa e alle fasce di popolazione più deboli, come studenti ed anziani, e alla copertura delle necessità di spostamenti più o meno brevi per esigenze lavorative".

Il Comune di Torrebruna ha assegnato il servizio di tpl fino al 31 dicembre 2020 alla ditta “Di CarloBus srl”, con un orario su due turni da svolgersi in settimane alterne. "Una decisione che non ha soddisfatto i residenti tanto da spingerli a presentare una petizione in cui viene espressa la propria insoddisfazione per il nuovo schema di servizio, poiché è incompatibile con gli orari di turno lavorativo (o le diverse esigenze di trasporto) di chi del servizio deve fruire. È chiaro – incalza Taglieri – che il programma di corse così come proposto non affronta il tema della domanda di trasporto, e sembra essere pensato unicamente in funzione delle risorse dell’appaltatore privato, senza tenere in minima considerazione le esigenze dei cittadini e la razionalizzazione del servizio". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Orari dei mezzi pubblici incompatibili con le esigenze dei lavoratori a Torrebruna: presentata una risoluzione

ChietiToday è in caricamento