rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Politica

Il pacco di Natale della giunta Di Primio: fine anno all'attacco per le opposizioni

Due scatoloni che, simbolicamente, contengono i fondi sottratti alla sicurezza degli istituti scolastici e l'aumento delle tariffe idriche da gennaio, con il passaggio all'Aca

L’opposizione consegna i “doni” della giunta comunale ai cittadini: due scatoloni che, simbolicamente, contengono i fondi sottratti alla sicurezza degli istituti scolastici e l’aumento delle tariffe idriche da gennaio, con il passaggio all’Aca. Rincari che, secondo i calcoli dei consiglieri di minoranza, ammonteranno fino all’80% per le utenze singole e fino al 30% per i condomini. Con questi “pacchi” simbolici, tutti i gruppi di minoranza (Pd, Chieti per Chieti, Centro democratico, Giustizia Sociale e L’Altra Chieti, ad eccezione del Movimento 5 stelle) hanno incontrato stamani (venerdì 30 dicembre) la stampa.

“Questi pacchi - spiega Luigi Febo, capogruppo di Chieti per Chieti - raccolgono in maniera sintetica l’attività del sindaco nel 2016. Questa amministrazione - incalza - è incapace di programmare: non è solo un problema di scarse risorse, ma del fatto che ciascuno cammina per conto proprio, senza alcuna collegialità e senza interessa per la città. 

Le bugie che il sindaco ha detto negli ultimi 6 anni - aggiunge - stanno venendo a galla. Non ha risolto il progetto Inte, il teatro Marrucino sarebbe in difficoltà senza i 200mila euro arrivati dalla Regione. Ha distrutto tante cose buone: Chietinstrada, la Settimana Mozartiana ridotta ai minimi termini, il Maggio teatino e il Settembre scalino che non esistono più. Oggi non ci sono risorse, ma è stato lui a governare negli ultimi 5 anni e a portare quasi l’ente al dissesto”. 

Il Partito Democratico, invece, rivendica l’attenzione data dalla Regione alla città di Chieti. “Tra gli stanziamenti approvati - dicono i consiglieri del Pd - possiamo annoverare 200mila euro a favore del Bicentenario del Teatro Marrucino, a cui si aggiungono 400mila euro per la realizzazione della casa dello studente alla ex Pierantoni, 200mila euro per i piani di intervento dell’Ater e 15mila euro per la realizzazione della manifestazione nazionale delle arciconfraternite che si svolgerà a Chieti”. 

“Gli stanziamenti - annunciano - verranno cristallizzati con l’approvazione del piano esecutivo di gestione che l’assessore e la giunta regionale approveranno nel mese di gennaio”. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il pacco di Natale della giunta Di Primio: fine anno all'attacco per le opposizioni

ChietiToday è in caricamento