Giovedì, 13 Maggio 2021
Politica

Nuovo regolamento comunale per la tutela degli animali: Chieti all'avanguardia

Le nuove regole condannano gli atti di crudeltà contro gli animali, i maltrattamenti e il loro abbandono, mentre uno specifico articolo riguarda gli animali dei circhi. Marzoli: "Ora è fondamentale garantire aree verdi dedicate ai cani e ai loro padroni"

Chieti all’avanguardia in Italia sui diritti degli animali: è stato approvato lunedì 13 aprile il nuovo regolamento comunale per la tutela degli animali.

Nuove regole disciplinano ora la detenzione, la cura e la tutela degli animali all’interno del territorio comunale con norme specifiche per evitare avvelenamenti e punire severamente chi prepara e dispone esche e cibi avvelenati in città. Il documento infatti, condanna gli atti di crudeltà contro gli animali, i maltrattamenti ed il loro abbandono; presente inoltre, uno specifico articolo per evitare le sofferenze agli animali dei circhi che attendano sul nostro territorio.

Il vicepresidente Consiglio Comunale  Alessandro Marzoli segnala le sue quattro proposte per il futuro approvate all’ unanimità e che impegnano il governo cittadino “alla realizzazione di tre nuove aree di sgambamento e manutenzione e pulizia di quella esistente;  controllo ed interventi su canile comunale a tutela di sicurezza di volontari e animali ( a rischio in caso di eventi atmosferici di grande intensità ); più controlli e pulizia delle aree periferiche che non devono essere sporcate da padroni poco attenti. E’ giusto infatti – sottolinea Marzoli - garantire il decoro cittadino con maggiore attenzione per la pulizia di strade e marciapiedi. L’ utilizzo di paletta e bustine per i bisogni è obbligatorio su tutto il territorio. Previsti, infine,  controlli sui circhi che attendano a Chieti per il rispetto delle normative sui diritti degli animali”.

Importante l’apporto dell’associazione Theriakà e delle altre associazioni animaliste, volontari e cittadini che in queste settimane hanno fatto proposte e segnalazioni sul tema. “E’ fondamentale nel prossimo futuro garantire aree verdi dedicate ai cani e ai loro padroni. Non basta avere – secondo Marzoli - come oggi accade, una piccola area di sgambamento dove è del tutto assente la manutenzione, ma occorre fare molto di più, con quattro aree di sgambamento, anche nella parte bassa della città, di adeguata metratura e con sicurezza di buona cura e pulizia. Lavoreremo ad una comunicazione mirata, attraverso cui venga diffuso con rapidità e chiarezza il nuovo regolamento per la Tutela degli animali”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo regolamento comunale per la tutela degli animali: Chieti all'avanguardia

ChietiToday è in caricamento