menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nuovo ospedale, ok al project financing: le reazioni

L'ok al progetto di finanza del gruppo Maltauro è arrivato dopo che la proposta è stata ridefinita

La Regione dà l’ok al progetto di finanza del gruppo Maltauro per la costruzione di un nuovo ospedale tra Chieti e Pescara. L’iter si sarebbe sbloccato dopo una riunione convocata dal presidente D’Alfonso, con il direttore generale della Asl Lanciano Vasto Chieti, Flacco e il direttore amministrativo Di Pietro. L'ok è arrivato dopo che la proposta formulata dall’Ati, con a capo il gruppo Maltauro, è stata ridefinita.

Il presidente della Commissione di Vigilanza Mauro Febbo chiede dov’è questo nuovo progetto. “La Regione – sostiene -  si muove sotto traccia, avvolta dalla censura. E’ davvero stucchevole e irritante l’atteggiamento di questa amministrazione regionale, e di riflesso della stessa Asl teatina, che continuano a negare la possibilità di leggere atti e documenti. E siccome sulla problematica ritengo si debba aprire un ampio dibattito e un confronto sia a livello cittadino sia provinciale sia regionale ho convocato per mercoledì 7 settembre in Commissione Vigilanza sia il presidente/commissario D’Alfonso sia il direttore Flacco per capire i termini di questo nuovo progetto di finanza, peraltro depositato da Maltauro il 19 luglio scorso, ma di cui non abbiamo ancora avuto contezza nonostante richiesto e sollecitato dal sottoscritto”.  Per Febbo “la prospettiva di un nuovo complesso ospedaliero clinicizzato sarebbe foriera di altri “obiettivi” e altri “interessi” che danneggerebbero ulteriormente la città di Chieti, oltre la stessa università. Oggi esistono altre tecniche ingegneristiche che possono essere messe in campo, con costi e tempi molto diversi sicuramente più contenuti e a realizzo quasi immediato,  e comunque c'è la possibilità di utilizzare il vecchio San Camillo  che necessita di un semplice restyling rispetto alle nuove metodologie sanitarie ma che ha dimostrato nel tempo di essere a prova di terremoti”.

Una richiesta di approfondimento dei documenti del nuovo progetto è pronta anche da parte del M5S. “I cittadini abruzzesi saranno testimoni della più grande speculazione finanziaria di tutti i tempi attuata con la piena condivisione del Governo Regionale guidato dal presidente Luciano D’Alfonso, che per la costruzione del nuovo ospedale di Chieti ha scelto la strada più pericolosa e costosa- dichiara Sara Marcozzi, capogruppo M5S in Regione Abruzzo - ci siamo battuti in ogni modo possibile affinché gli abruzzesi non pagassero quasi un miliardo di euro in più per la costruzione del nuovo ospedale di Chieti, miliardo a solo vantaggio del Gruppo Maltauro. Oggi tentano di arginare le evidenze portate alla luce dal M5S presentando un nuovo progetto, rivisto e corretto. Noi – avverte - continueremo a vigilare, mentre Regione Abruzzo continua a non tenere contro delle sentenze della Corte dei conti che scoraggiano il ricorso alla procedura di project financing per la costruzione di ospedali”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

È morto il notaio Giuseppe Tragnone: aveva 70 anni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento