rotate-mobile
Domenica, 5 Dicembre 2021
Politica Francavilla al Mare

Nozze gay: Francavilla primo comune a riconoscerle

Il sindaco Antonio Luciani ha trascritto nel registro delle unioni civili un matrimonio celebrato a Lisbona tra due abruzzesi: "Lo considero un gesto di civiltà e di coscienza". I complimenti dell'Anddos, associazione nazionale contro le discriminazioni da orientamento sessuale

Francavilla al Mare è il primo Comune d’Abruzzo a riconoscere le nozze gay. Nei giorni scorsi il sindaco Antonio Luciani ha infatti deciso di trascrivere un matrimonio celebrato a Lisbona tra due uomini, un 37enne di Francavilla e un 49enne di Alanno, nel registro delle unioni civili del Comune.

Un gesto coraggioso da parte del sindaco francavillese che, nonostante la confusione in Italia sulla materia, dice di voler essere andato semplicemente incontro alle richiesta di una coppia. “Fare il sindaco significa anche assumersi responsabilità e lottare per giusti principi – ha detto Luciani - Io lo considero un gesto di civiltà e di coscienza. Spero che il Parlamento si decida a legiferare in merito senza ipocrisia né condizionamenti”.

Non si è fatto attendere il plauso da parte dell’associazione nazionale Anddos contro le discriminazioni da orientamento sessuale, il più grande movimento LGBT in Italia con oltre 130.000 iscritti. “Un segnale di grande civiltà contro le discriminazioni: esprimiamo grande soddisfazione per la decisione del sindaco Luciani – afferma il presidente nazionale Mario Marco Canale - siamo promotori della campagna di sensibilizzazione sul riconoscimento dei diritti senza discriminazioni, convinti che l'unica strada da seguire sia quella della piena parità per tutte le coppie, estendendo il matrimonio civile a tutti i cittadini”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nozze gay: Francavilla primo comune a riconoscerle

ChietiToday è in caricamento