Politica

Il ministro dell'Ambiente Costa dice no alle trivelle e visita il Sir di Chieti Scalo

Sara Marcozzi: "Provvedimento storico firmato in Abruzzo: il decreto prevede l’istituzione del daspo ambientale per allontanare dal territorio chi inquina"

"Sono per il no alle trivelle e le trivelle passano per la valutazione di impatto ambientale, e io non le firmo. Mi sfiduciano come ministro? Torno a fare il generale dei carabinieri, lo dico con franchezza". Lo ha detto il ministro dell'Ambiente, Sergio Costa ieri in Abruzzo dove ha incontrato la candidata alla presidenza della Regione per il M5s, Sara Marcozzi. Costa ha parlato della riforma della Commissione il cui parere va sul tavolo politico.

Il ministro è stato poi accompagnato dagli esponenti del Movimento a visitare il Sir di Chieti Scalo, nei pressi dell'ex conceria, dove è stato messo al corrente del fatto che a distanza di 8 anni dalla data della sua istituzione, la caratterizzazione non è stata completata.

“È un onore che il Ministro dell’Ambiente abbia scelto l’Abruzzo per firmare un provvedimento storico come la riforma dei reati ambientali - commenta Sara Marcozzi -  il decreto prevede l’istituzione del daspo ambientale per allontanare dal territorio chi inquina e l’inversione dell’onere della prova, applicandolo all’ambiente, prevedendo il sequestro del patrimonio ottenuto inquinando il territorio. La scelta di approvare un decreto così importante in Abruzzo -prosegue - ha un significato ben preciso. Lo Stato è presente in una regione come la nostra che è da sempre al centro delle cronache a causa di disastri ambientali, come il S.I.R. di Chieti Scalo o il S.I.N. di Bussi che il Ministro ha voluto visitare nella giornata di oggi. A proposito di Bussi, sono molto felici che il Ministero dell'Ambiente abbia deciso di intraprendere una causa civile di risarcimento danni contro la società Edison per un disastro ambientale di questa portata".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il ministro dell'Ambiente Costa dice no alle trivelle e visita il Sir di Chieti Scalo

ChietiToday è in caricamento