Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Politica Villamagna

Tagli al sociale, Nicolò: "Quanti disabili costretti a passare le giornate in casa"

Il sindaco di Villamagna denuncia i tagli operati nel sociale a fronte di trasferimenti di Comuni ridotti ormai al lumicino. L'assessore regionale Febbo gli risponde: "Siamo riusciti a stanziare 24 milioni di euro grazie ai fondi Fas"

"Cosa posso dire, come sindaco, ai miei concittadini che vedono chiuse le porte ai loro figli disabili?". Il sindaco di Villamagna Paolo Rosario Nicolò (IdV) torna a denunciare  i tagli operati nel sociale a fronte di trasferimenti di Comuni ridotti ormai al lumicino. Una situazione definita dallo stesso primo cittadino "sempre più al limite, che mette ormai i Comuni, soprattutto quelli più piccoli come il mio, nell'impossibilità di fare investimenti e offrire servizi. L’economia è al palo  e i Comuni non sono infatti più in grado di sopperire ai tagli regionali sul sociale”. Il risultato è la riduzione ulteriore dei servizi ai diversamente abili che sono costretti a rivolgersi altrove.

“C’è  chi – spiega ancora Nicolò - non potendo più svolgere attività nei centri preposti, passa le sue giornate a casa o, addirittura, nei centri sociali. Ma ovviamente, non si tratta di strutture adatte alle problematiche in questione, senza contare il fatto che costituiscono comunque una spesa giornaliera che grava sui bilanci familiari". Per il sindaco di Villamagna la riduzione dei servizi  non è solo una grave responsabilità e una inadempienza della politica, ma grava pesantemente sulle famiglie, già costrette a sopportare pesi economici notevoli per assistere i congiunti diversamente abili.

LA REPLICA DI FEBBO - L’assessore regionale Mauro Febbo però, ci tiene a precisare che “ la questione dei tagli riguarda provvedimenti presi direttamente dal Governo centrale che, non solo ha ridotto drasticamente i trasferimenti verso gli Enti locali ma ha praticamente azzerato quelli destinati alle Regioni. Come Governo regionale – spiega in risposta al sindaco di Villamagna -  per garantire il sostegno anche al sociale siamo riusciti a stanziare ben 24 milioni di euro grazie ai fondi Fas. Forse questo passaggio, il sindaco Nicolò non lo aveva compreso. Così mentre lui pensa ad invocare soluzioni concrete, questo Governo regionale lo ha ampiamente anticipato ed è passato all’azione come ha sempre fatto in questi anni”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tagli al sociale, Nicolò: "Quanti disabili costretti a passare le giornate in casa"

ChietiToday è in caricamento