Politica Francavilla al Mare

Nasce il partito delle aziende: sabato il primo consiglio nazionale a Francavilla

Il neonato PdA incarna le necessità di imprenditori e dipendentie si candida alle elezioni del 2013. Sabato 10 marzo allo Sporting Hotel "Villa Maria" di Francavilla al Mare si terrà il primo consiglio nazionale per presentare questa nuova formazione politica

E' nato il PdA, il partito delle aziende che si fonda sui valori della cultura e della tradizione cristiana, sul lavoro e sulla famiglia proponendo l’equiparazione, nei diritti e nei doveri, dell’impresa al singolo individuo.  Fondato a Verona qualche mese fa, il neonato celebrerà in Abruzzo il suo primo Consiglio Nazionale presso lo Sporting Hotel “Villa Maria” di Francavilla al Mare

Attesi un centinaio di delegati provenienti da tutta Italia, in rappresentanza degli oltre 12 mila tesserati che al momento sostengono il partito, che vede Fabrizio Frosio alla presidenza nazionale, Gianmario Ferramonti segretario è l’abruzzese Fabrizio Mechicome  vicepresidente per il Centro Italia.

"Già protagonista di alcune battaglie nel Parlamento nazionale in favore del finanziamento delle piccole e medie imprese italiane - dicono i delegati -  il PdA, in attesa di costituire liste nazionali per le elezioni politiche del 2013, è già presente in diverse città con propri candidati sindaci in occasione delle amministrative della prossima primavera".

Sabato verranno presentate le linee programmatiche del partito. "Quando si parla di aziende –  spiega il presidente nazionale Fabrizio Frosio – si accende subito il riflettore sull'imprenditore, sul suo reddito, sui suoi averi, o doveri, ma mai sui suoi diritti.Il PdA si occupa di questo: dalla Sicilia al Piemonte parleremo dei diritti di chi fa impresa, parleremo della dignità umana, parleremo di dovere di ribellione democratica verso chi ci porta allo sfascio, noncurante delle nostre radici e tradizioni storiche politiche e sociali".

Allo stesso tempo il presidente assicura che il Partito delle Aziende non è solo il partito degli imprenditori. "Noi che abbiamo piccole aziende - prosegue - sappiamo bene che il nostro dipendente ha gli stessi nostri problemi e le nostre stesse esigenze: l’assillo dell’affitto, del pane e delle bollette da pagare. Non possiamo lasciare le nostre famiglie orfane di quella serenità che è l'anticamera della vita dei nostri figli. Quante delle nostre aziende stanno chiudendo? Quante stanno bruciando i loro patrimoni per affrontare una situazione ulteriormente aggravata da tasse ingiuste chieste da uno Stato che non tutela la sua forza lavoro-nazionale, unico vero motore di prospettiva e di crescita?".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nasce il partito delle aziende: sabato il primo consiglio nazionale a Francavilla

ChietiToday è in caricamento