menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Meno tasse, gruppo di acquisto solidale e l'aiuto delle istituzioni: la mozione per aiutare le attività produttive

I consiglieri di Chieti punto da capo, Pd e Chieti per Chieti presentano in consiglio una serie di proposte per aiutare la ripartenza nella "fase 2"

Chiedono interventi concreti a favore delle attività produttive che, a partire dalla fase 2 prevista per il 4 maggio e nelle settimane successive, potranno riprendere in parte le attività. La mozione è stata presentata dai consiglieri comunali di Chieti punto da capo Stefano Rispoli ed Enrico Raimondi, di Chieti per Chieti Luigi Febo, del Partito Democratico Chiara Zappalorto. 

La mozione, che sarà discussa in consiglio comunale, parte dal presupposto che molte delle attività che possono offrire il servizio da asporto hanno bisogno di tempo e risorse per adeguarsi alle nuove normative, per cui necessitano anche della collaborazione delle istituzioni. 

Per questo, i consiglieri di minoranza chiedono la convocazione di "un tavolo di concertazione con le parti incaricate della sorveglianza, carabinieri, Nas, prefetto, per individuare linee guida normative riguardanti le procedure necessarie alle attivita? produttive per le loro riaperture". E, al contempo, un tavolo di concertazione tra proprietari immobiliari ed affittuari, al fine di individuare, anche mediante una riduzione delle imposte locali, un accordo che permetta la risoluzione di eventuali conflitti e o inadempienze sorte in questo periodo".

Inoltre, chiedono a sindaco e giunta di impegnarsi a stipulare un "vademecum" con le parti incaricate della sorveglianza, per garantire "sia la sicurezza pubblica, quanto la certezza ad esercenti ed altre attivita? produttive di operare a regola d’arte con le norme vigenti". La mozione prevede di valutare, con l'assessore al Commercio, le associazioni di categoria e i diretti interessati, la promozione e l’istituzione di un "gruppo di acquisto solidale", per "raggiungere una 'economizzazione' delle spese che obbligatoriamente saranno tenuti ad affrontare".

Infine, i firmatari della mozione invocano "un totale o quantomeno parziale abbassamento delle tasse comunali alle attivita? esercenti, in particolare modo l’occupazione del suolo pubblico, favorendo altresi? anche le procedure relative alle opportune richieste".

I proprietari di locali: "In queste condizioni, riapertura a rischio"

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento