menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Dalla maggioranza scene ridicole": il Movimento 5 stelle prende posizione

Non tarda ad arrivare la risposta dei pentastellati dopo la bocciatura, durante il consiglio comunale di questa mattina, della proposta di istituire una commissione di inchiesta speciale sui conti del comune

Grazie ai voti della maggioranza viene bocciata in mattinata, durante il consiglio comunale, la richiesta avanzata dal Movimento 5 stelle sulla istituzione di una commissione speciale di inchiesta per far chiarezza sui conti del comune.

 “Ci aspettavamo questo voto contrario – commenta Ottavio Argenio – visto che nei giorni scorsi abbiamo assistito ad una serie di prese di posizione sia da parte del sindaco, sia da parte dell'assessore al bilancio. Non ci aspettavamo tuttavia che la maggioranza desse vita alle scene ridicole cui abbiamo assistito oggi, con la proposizione di un ordine del giorno totalmente illegittimo presentato al solo scopo di contrastare la nostra iniziativa e poi ritirato dagli stessi proponenti proprio perché anche loro si sono convinti della sua palese illegittimità”.

“Allo stesso modo – continua il consigliere penta stellato - non ci aspettavamo che la parola inchiesta fosse da alcuni intesa quale sinonimo di accusa e quindi strumentalizzata allo scopo di esorcizzare il rischio che l'istituenda commissione potesse individuare responsabilità nella gestione amministrativa del comune. Lo abbiamo detto a chiare lettere e lo ripetiamo: indagare e individuare eventuali responsabilità non è nostro compito, noi avevamo solo intenzione di reperire informazioni precise e complete per poter assumere decisioni di carattere politico con piena consapevolezza anche con l'ausilio di esperti in contabilità degli enti pubblici”.

Secondo il sindaco Umberto Di Primo invece c’è poco da indagare e molto da lavorare ma secondo i consiglieri del Movimento 5 stelle Argenio e D'Arcangelo  “E' assurdo che un Sindaco che amministra la città da quasi 10 anni si renda conto solo oggi e solo dopo la nostra iniziativa, che c'è molto da lavorare per risolvere i problemi di natura economico-finanziaria del Comune, viene spontaneo chiedergli conto di cosa abbia fatto in questi quasi 10 anni durante i quali i cittadini di Chieti non hanno fatto altro che veder peggiorare la situazione della città, non solo sotto il profilo della tenuta dei conti”.

Allo stesso modo i due consiglieri pentastellati sono critici rispetto alla giustificazione addotta dal sindaco sulla possibilità che i lavori della commissione di inchiesta potessero infastidire o ostacolare i lavori degli uffici prossimi al rispetto delle scadenze per l'approvazione dei documenti di programmazione. “Abbiamo presentato la proposta di delibera alla fine di settembre dello scorso anno; dire oggi che l'istituzione di questo strumento di approfondimento conoscitivo potrebbe essere di ostacolo al lavoro degli Uffici è semplicemente ridicolo ed è un implicito riconoscimento di quanto male si lavori all'interno del Comune di Chieti”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento