Rimborso danni alluvione 2015 a Chieti, Mazzocca: "Nessun ritardo"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

In merito al rimborso danni per l'alluvione del marzo 2015 al Comune di Chieti, è del tutto destituita di fondamento la notizia che vi sia un ritardo dei pagamenti attribuibile alla Regione.

Ad oggi sono stati pagati i Comuni che hanno completato la documentazione, e sono oltre il 25 per cento.

Chieti è tra i Comuni che, ad oggi, non hanno ancora completato la documentazione. L'ufficio tecnico del Comune - su sollecito della Regione - si è impegnato a rimettere il tutto entro la fine della prossima settimana. Se così sarà, la Regione provvederà a pagare entro il termine massimo di tre giorni, come avvenuto per gli altri Comuni.

Tempistica del tutto diversa dal passato quando, per gli enti locali, era impresa quasi impossibile interloquire ufficialmente con la Giunta Regionale precedente; oppure quando la Giunta stessa si dimenticava di dichiarare lo stato di emergenza o lo faceva con tre giorni di ritardo.

Torna su
ChietiToday è in caricamento