menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Renzi alla firma del Masterplan

Renzi alla firma del Masterplan

Masterplan Abruzzo, Di Primio chiede tempi e finanziamenti certi

Sottoscritte con il Governo le convenzioni attuative per i progetti riguardanti Chieti: lavori per 14 milioni di euro da realizzare entro il 2019

Tempi e finanziamenti certi da parte del Governo e della Regione per la realizzazione delle opere strategiche per Chieti. E’ quanto chiede il sindaco Di Primio durante la sottoscrizione del Patto per l’Abruzzo (Masteplan), al fine di evitare l’impegno di spese per opere che non hanno copertura economica in bilancio. La firma giovedì pomeriggio all’Aurum di Pescara, con il presidente del Consiglio dei Ministri, Matteo Renzi e il presidente della Regione Abruzzo, Luciano D’Alfonso. Sono 14 milioni di euro i lavori che il Comune dovrà realizzare entro il 2019 ripartiti in 4 milioni di euro per il completamento della linea filoviaria che da via dei Vestini, passando per il Tricalle, giungerà al piazzale Sant’Anna e 10 milioni di euro per la realizzazione della funivia che collegherà l’ospedale e l’università al centro storico in sei minuti. 

“Due opere strategiche – ha detto il sindaco Di Primio – che insieme alla già inaugurata stazione ferroviaria di Madonna delle Piane, alla realizzazione di un nuovo svincolo sulla transcollinare, che renderà immediato e più sicuro l'accesso al quartiere di San Martino e all'ospedale, in fase di gara, renderanno la nostra città più moderna, più accessibile, più ecologica.

Tutto questo, che è il primo capitolo della Chieti del domani è funzionalmente collegato al totale rifacimento dell’autostazione di via Gran Sasso che diventerà l’hub principale del trasporto pubblico sovra comunale, al grande investimento sull’ospedale di Colle dell’Ara destinato al potenziamento e alla realizzazione del centro regionale della vista, al raddoppio della linea ferroviaria Chieti-Pescara, alle opere di caratterizzazione nell’ambito del Sir ricadente su Chieti Scalo”

di primio firma masterplan-2-2

A tutto questo si aggiungerebbero  gli altri progetti predisposti dal Comune di Chieti in collaborazione con altri enti: il recupero delle ex caserme Berardi e Bucciante che diventeranno la Cittadella della Pubblica Amministrazione e la Cittadella della Cultura; il progetto di rigenerazione urbana, in fase di finanziamento, che prevede la realizzazione di circa 300 posti auto, ampliando il parcheggio di via Gran Sasso e ristrutturazione della scala mobile, la riqualificazione di piazza San Giustino, un parcheggio pubblico nei pressi della Berardi e un parco tematico al posto delle ex scuole Vicentini; il completamento del tunnel di collegamento tra largo Barbella e il parcheggio di via Gran Sasso; la residenza universitaria per 600 studenti presso la ex caserma Pierantoni a Santa Maria. 

“Con questo strategico programma di lavori  – ha concluso il sindaco Di Primio - la città vedrà realizzare opere per decine di milioni di euro che genereranno benefici economici e infrastrutturali e produrranno nuova economia ed occupazione”. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Scende l'Rt e Marsilio è fiducioso: "L'Abruzzo non sarà tutto rosso"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento