menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si abbattono gli alberi malati e Marzoli chiede una pianta per ogni nuovo nato

Nel giorno in cui l'amministrazione inizia i lavori di taglio per 32 arbusti ormai incurabili, il consigliere di opposizione avanza proposte per migliorare il verde cittadino

Il Comune ha avviato oggi (martedì 18 aprile) i lavori già previsti per il taglio degli alberi in via Ricci e in via della Liberazione. E il consigliere del Partito Democratico Alessandro Marzoli chiede che, all'abbattimento di piante non più curabili, corrisponda "la messa a dimora di nuovi alberi, sia per la qualità dell'aria sia per la tenuta del terreno grazie al ruolo fondamentale delle piantumazioni". 

La promessa dell'amministrazione di piantare al più presto nuovi alberi non basta al consigliere di opposizione, che chiede di ripristinare nuovi giovani arbusti in piazzale Marconi, allo Scalo e di applicare la legge 113 del 1992, la cosiddetta "legge Rutelli".

"La stessa - spiega - con le modifiche apportate anche dal decreto legge numero 10 del 14 gennaio 2013 dovrebbe garantire l’incremento delle aree verdi urbane attraverso la previsione che nuovi alberi vengano piantati non soltanto in occasione della venuta al mondo di ciascun neonato nel territorio teatino, ma anche ogni qual volta un bimbo adottato entra a far parte di una famiglia del Comune. Chiederemo infine l’istituzione di un registro per il censimento degli alberi nella città di Chieti e una maggiore periodicità nelle analisi sulle piante esistenti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus: oggi 196 nuovi positivi e 441 guariti in Abruzzo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento