Giovedì, 28 Ottobre 2021
Politica

Opposizione: maggioranza poco chiara su sport e Teateservizi

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa congiunto dei consiglieri di opposizione Luigi Febo (Chieti per Chieti) Enrico Iacobitti (Pd) e Alessandro Marzoli (Pd) sull’attuale amministrazione

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

Alessandro Marzoli (Pd) su Piscina Comunale - "Ci era stata data assicurazione che la seconda proroga concessa per la gestione della Piscina comunale di Chieti sarebbe scaduta alla data del 31 dicembre 2011. A causa, invece, di un grave errore, ovvero problemi tecnici inerenti il sito AVCP nella parte relativa al pagamento telematico di un contributo da parte dei partecipanti al bando europeo, di cui gli uffici competenti si sono accorti solo l’ultimo giorno utile, ieri è stata concessa un’ulteriore proroga fino al 28 novembre 2011 per la presentazione delle domande al bando stesso. Ciò rischia di far slittare il nuovo affidamento “sine die”. Come sarà possibile, infatti, essere pronti a fine dicembre 2011, alla scadenza dell’ulteriore proroga? Noi Consiglieri Comunali di opposizione avevamo chiesto un progetto ben più ampio di quello al ribasso operato dall’Amministrazione Comunale in quanto riteniamo che la somma di 434.000,00 euro finalizzata alla manutenzione della Piscina non sarà sufficiente a garantire un impianto natatorio al passo coi tempi e all’altezza di altre strutture del territorio verso le quali sempre più utenti stanno migrando, penalizzando di fatto il territorio teatino".

Luigi Febo (Chieti per Chieti) su Teateservizi - "Desidero replicare all’Assessore Marco D’Ingiullo il quale, in relazione alla società partecipata Teateservizi, ha affermato che la vecchia Amministrazione di centro sinistra ha lasciato dei debiti. E’ un’affermazione assolutamente falsa tant’è che, all’inizio di ottobre, è stato approvato il bilancio consuntivo 2010 della società dal quale si evince, al contrario, una gestione in utile come lo era stato per gli anni 2009 e 2008. E’ vero che la Teateservizi deve 700.000,00 euro all’agenzia di lavoro interinale Metis ma vanta crediti di pari importo relativi a trasferimenti che il Comune deve alla stessa Teateservizi e agli  agi che la società deve riscuotere per i ruoli emessi. C’è un problema di liquidità ma che l’Amministrazione Comunale non riesce a fronteggiare. Come opposizione, presenteremo un Odg per chiedere che vengano riaperti gli sportelli della Teateservizi a Chieti scalo che proponiamo di trasferire presso gli Uffici comunali di Via Ortona al fine di aggirare il problema dei costi relativi al canone d’affitto".

Palatricalle - Quanto alla gestione del Palatricalle, chiediamo ancora una volta all’Assessore alla Sport, Marco Russo, di mostrarci la documentazione relativa ai progetti presentati dalle Associazioni sportive. Normativamente, riteniamo che l’affidamento in cogestione ad Associazioni private non sia possibile. Il Palatricalle, struttura sulla quale la passata Amministrazione ha investito ben 4,5 milioni di euro per la sua riqualificazione, è un bene dell’intera collettività e riteniamo, pertanto, che vada gestito dalla Teateservizi  e mezzo a disposizione di tutte le Società sportive.

Enrico Iacobitti (Pd) - "Mi preme sottolineare un dato politico: questa Maggioranza a parole vorrebbe un’opposizione collaborativa ma poi, nei fatti, non veniamo messi nelle condizioni di offrire la nostra cooperazione. A tale proposito, cito l’esempio del bando per la gestione della Piscina Comunale: con l’Assessore Russo avevamo concordato di collaborare su quale impostazione dare al bando per la concessione in appalto dell’impianto ma ciò non è avvenuto. Analoga mancanza di chiarezza rimarchiamo sulla gestione della Teateservizi su cui l’Amministrazione continua a operare con poca limpidezza rispetto agli intenti".
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Opposizione: maggioranza poco chiara su sport e Teateservizi

ChietiToday è in caricamento