Politica

Marta Rapa è stata eletta portavoce provinciale della Conferenza abruzzese delle Donne democratiche

Avvocato e mamma di un bimbo di quasi 3 anni, Marta Rapa vive a Francavilla al Mare ed è attiva politicamente sul territorio da un lustro

Marta Rapa è stata eletta portavoce provinciale della Conferenza abruzzese delle Donne democratiche. La riunione, in videoconferenza, si è tenuta nei giorni scorsi, con la partecipazione della europarlamentare Pina Picierno, del segretario provinciale Gianni Cordisco e di Lorenza Panei, coordinatrice e portavoce regionale Democratiche d'Abruzzo. 

Per le altre province sono state scelte Francesca Cermignani per Pescara, Maria Fatima Di Giovannantonio per Teramo e Teresa Nannarone per L’Aquila.

Avvocato e mamma di un bimbo di quasi 3 anni, Marta Rapa vive a Francavilla al Mare ed è attiva politicamente sul territorio da un lustro, nel corso del quale ha messo a disposizione della comunità passione, competenza e dedizione.

“È un onore per me essere portavoce provinciale della conferenza delle donne, uno strumento preziosissimo per affrontare tanti temi da sempre cari a tutte le donne democratiche e produttivo di idee concrete, progetti e iniziative, senza dimenticare l’aspetto comunicativo, molto importante in questo tempo”, ha commentato Marta Rapa.

“C'è tanto lavoro da fare e tra le priorità reputo dirimente affrontare l'aspetto che riguarda l’ambito lavorativo e l’occupazione femminile. Vi è una seria difficoltà a trovare o a rendere possibile l’occupazione femminile, perché di fatto i servizi di conciliazione dei tempi di vita (lavorativa/familiare) sono ancora troppo insufficienti, con la conseguenza che molte donne si vedono costrette a rinunciare a cercare un lavoro o a licenziarsi per occuparsi della famiglia. Per le donne che un lavoro ce l’hanno, invece, vi è un altro fattore di discriminazione altrettanto importante: la disparità salariale. I dati ci dicono che a parità di mansioni una donna guadagni nettamente di meno rispetto ad uomo. Al riguardo, una iniziativa concreta ed importante è certamente quella avviata dalla nostra europarlamentere Pina Picierno che si chiama 'Il Giusto Mezzo', una proposta finalizzata ad intercettare il 50% dei fondi del Recovery per sostenere l’occupazione delle donne".

"Un altro aspetto importante sul quale è opportuna una riflessione - aggiunge - è certamente quello che riguarda la violenza sulle donne, aspetto anch’esso duramente aggravato dalla situazione di pandemia. Sul punto si è fatto e si sta facendo molto, ma nella lotta contro la violenza di genere bisognerà assolutamente intervenire con azioni concrete e concertate a più livelli. Un terzo aspetto sul quale vorrei soffermarmi è quello che riguarda la parità di genere in politica e in ogni altra forma di organizzazione in cui è possibile fare carriera e crescere. Troppo spesso le donne che scelgono di fare politica o una carriera di altro tipo si trovano davanti un muro, il muro del pregiudizio. Siamo preparate, competenti, abbiamo spirito di abnegazione e dedizione, lavoriamo 10 volte di più rispetto agli uomini ma non ci è consentito arrivare in alto. Su questo, a mio avviso, bisognerà lavorare molto, soprattutto partendo dalle nuove generazioni, non possiamo correre il rischio che le giovani donne che vogliono fare le amministratici o una carriera politica vi rinuncino in partenza".

"Abbiamo la grande fortuna di avere anche nella provincia di Chieti amministratrici capaci e di grande valore - conclude - che alle prossime amministrative potranno essere protagoniste anche di candidature apicali, che rappresentano un valore aggiunto e che saranno fondamentali nelle battaglie che quotidianamente porteremo avanti ad ogni livello. Ringrazio per la fiducia accordatami, che cercherò di ripagare con il lavoro e la condivisione di obiettivi e percorsi per raggiungerli”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marta Rapa è stata eletta portavoce provinciale della Conferenza abruzzese delle Donne democratiche

ChietiToday è in caricamento