Venerdì, 14 Maggio 2021
Politica

Il M5S: "Si è attesa la perturbazione e si è tornati al Medioevo senza luce né acqua"

La copiosa nevicata. Marcozzi, Mantini, Argenio e D'Arcangelo parlano di paralisi totale che ha messo ko città e regione

albero caduto nei pressi della villa, foto P. Del Ponte

“La fotografia della nostra regione dopo una forte nevicata è imbarazzante. Siamo alla paralisi totale e, oramai, la situazione è diventata ingestibile”. E' quanto commenta Sara Marcozzi, capogruppo M5S in Regione riferendosi soprattutto all'interruzione dell'erogazione di energia elettrica in vari Comuni, fra i quali quelli di Chieti e Bucchianico e all'interruzione dell'erogazione idrica. “Capiamo la copiosità della neve caduta e la difficoltà di gestire un evento di tale portata ma siamo di fronte alla totale mancanza di qualunque tipo di organizzazione, gestione, misura, piano e polso della situazione, in considerazione del fatto che si trattava di un evento atmosferico annunciato e previsto da tempo" dichiara.

QUI BUCCHIANICO "Si è attesa la perturbazione come avveniva nel medioevo e, in effetti, al medioevo si è tornati senza né luce, né acqua. Senza corrente elettrica le pompe non possono provvedere al reintegro dei serbatoi costringendo Aca a lavorare alla installazione di un gruppo elettrogeno. Il motivo per il quale ACA non abbia preventivamente predisposto una misura emergenziale di questo tipo, in modo da scongiurare l’interruzione del servizio, non è dato saperlo e decine di migliaia di utenze stanno vivendo questo incubo, prive di riscaldamento e persino di acqua potabile. Quando poi qualche cittadino riesce a raggiungere a piedi il negozio di generi alimentari più vicino, scopre anche che hanno terminato le scorte di acqua in bottiglia” commenta Alfredo Mantini (M5S Bucchianico).

QUI CHIETI "In particolare a Chieti situazioni critiche si registrano in molti quartieri, ancora privi di energia elettrica e, in generale, si evidenzia che il comune ha avuto grosse difficoltà nel garantire la viabilità sulle arterie principali e, ancor di più, sulle secondarie che solo nella tarda mattinata di oggi sono state sgombrate dalla neve. Segno questo che i comuni sono stati spogliati dal governo centrale delle risorse economiche e dei mezzi necessari PER  far fronte a situazioni di emergenza" spiegano Ottavio Argenio e Manuela D’Arcangelo (M5S Chieti).

L'ELETTRODOTTO I 5 Stelle evidenziano anche l’altro grande aspetto di questa vicenda che attiene alla linea elettrica e al nuovo elettrodotto Villanova-Gissi di Terna. "fatto digerire agli abruzzesi anche paventandone la necessità in caso di eventi atmosferici avversi e che, evidentemente, come più volte evidenziato, a molto poco o nulla è servito! Riteniamo necessaria per la nostra regione la definizione di una programmazione dell’emergenza oltre che, opere manutenzione ordinaria delle reti esistenti”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il M5S: "Si è attesa la perturbazione e si è tornati al Medioevo senza luce né acqua"

ChietiToday è in caricamento