Politica Francavilla al Mare

Luciani torna a fare il sindaco, ma attacca il centrosinistra: "Non ascoltano i cittadini"

Il segretario regionale del Pd Di Sabatino lo ringrazia, lui si dice "deluso e amareggiato", ma guidato dal "senso di responsabilità"

Il sindaco di Francavilla al Mare, Antonio Luciani, ha ritirato le dimissioni: continuerà a guidare la cittadina fino al 2021, scadenza naturale del suo secondo mandato. Luciani, con un post su Facebook, ha raccontato di essere stato combattuto fino all'ultimo, ma di aver poi preso questa decisione per

il mio senso di responsabilità, l'amore viscerale per questa città e soprattutto il vostro affetto che sento ed ho sentito in ogni secondo della mia vita di amministratore. 

Le dimissioni erano arrivate a settembre, poi il sindaco sembrava averci ripensato, salvo poi tornare sui suoi passi di fronte alla richiesta del centrosinistra, spiegando di aver bisogno di qualche altro giorno per valutare. Poi, ieri, la decisione definitiva. Luciani, però, non ha esitato a togliersi qualche sassolino dalla scarpa: 

Sono molto deluso e amareggiato che la comunità di centrosinistra non abbia dato occasione di esporre nei dettagli il progetto per la nostra Regione. Avrei potuto significare che dai territori arrivano numerose istanze in questo senso, proprio per la possibilità di dar voce a queste ho ragionato sino all'ultimo momento sul mio futuro.

Temo che l'attuale classe dirigente non sia stata in grado di fare un'attenta analisi, essendosi concentrata su un unico progetto, che non condividerei nel momento in cui rappresentasse la riproposizione di schemi già visti e bocciati dagli elettori.

Un'ultima considerazione, con il sorriso sulle labbra: coloro che si sono riuniti senza avere la decenza di convocarmi, tutti insieme nella loro vita politica forse hanno raggiunto le quasi diecimila preferenze che la città di Francavilla mi ha regalato nel 2016. Dietro ogni preferenza c'è un cittadino, e loro si ostinano a non dare voce ai cittadini.

Tuttavia, il segretario regionale del Partito Democratico Renzo Di Sabatino, in una nota, ha ringraziato Luciani per 

la generosità e linearità di condotta, a nome di tutto la nostra comunità politica per la serietà con cui si era messo a disposizione di questo importante progetto, in un momento in cui avevamo bisogno di tutte le forze e le personalità presenti. Ma lo ringrazio anche per la serietà che ha dimostrato adesso, in questa fase ancora non del tutto definita e scritta. Nell'incertezza è rimasto a guida di Francavilla, dimostrando grande senso delle istituzioni e amore per la sua città. 

La sua professionalità, le sue competenze e il suo spirito innovatore guideranno ancora, dunque, l’amministrazione della città di Francavilla fino al 2021, e continueranno a costruire insieme con tutti gli altri amministratori e dirigenti del Pd il futuro della comunità abruzzese.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Luciani torna a fare il sindaco, ma attacca il centrosinistra: "Non ascoltano i cittadini"

ChietiToday è in caricamento