menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lockdown, il presidente Marsilio: "Il Governo già in passato ha deciso contro le Regioni"

Duro passaggio del presidente della Regione Abruzzo sulla possibilità di un nuovo lockdown. "Mi sembra veramente assurdo"

Lo spettro del lockdown torna a manifestarsi in questi giorni per contrastare la seconda ondata di Covid, ma il presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio è duro su questa ipotesi. “Se il governo pensa di dover fare delle chiusure lo faccia, utilizzi quello che è in suo potere, anche contro il parere delle Regioni, come del resto è già avvenuto” dichiara all’Adnkronos commentando l'invito del Governo alle Regioni di 'agire' con misure ad hoc per contenere i contagi.

“Lockdown sì lockdown no? Ormai è un bombardamento mediatico - dice ancora il presidente Marsilio -  continuano a fare questa domanda, ma nessuno lo ha chiesto. Mi sembra veramente assurdo. Qui si vuole continuare a sollevare uno spettro nonostante non ci sia nulla di nuovo da conoscere".

Il governatore si sofferma anche sui ritardi sanitari. "Se dal governo ci facessero avere i milioni di tamponi veloci che dobbiamo ricevere sarebbe tutto più facile, ad esempio per sapere se una classe scolastica deve andare in quarantena”.

E ancora: "Dal governo ci dicono agite? Ma noi agiamo e lavoriamo tutti i giorni per contrastare la pandemia, e francamente mi dà fastidio…ho atteso 70 giorni per l'attuazione del piano per il potenziamento delle terapie intensive e in generale la rete Covid. Il tutto – afferma - autorizzato ad agosto, ma ho avuto la delega a ottobre".
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Variante inglese del Covid, boom di casi a Guardiagrele

Attualità

Abruzzo in zona arancione: cosa cambia da oggi

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento