Politica

Caso Yokohama, i sottosegretari Todde e Puglisi: "Azienda non licenzi, abbiamo gli strumenti"

A dirlo, in merito alla situazione della Yokohama di Ortona, sono Alessandra Todde e Francesca Puglisi, rispettivamente sottosegretari dei ministeri allo Sviluppo Economico e al Lavoro

«Azienda non licenzi, abbiamo gli strumenti».
A dirlo, in merito alla situazione della Yokohama di Ortona, sono Alessandra Todde e Francesca Puglisi, rispettivamente sottosegretari dei ministeri allo Sviluppo Economico e al Lavoro.

L'azienda giapponese, nonostante ci siano delle trattative in corso per la vendita, ha deciso comunque di avviare le procedure per il licenziamento collettivo degli 84 lavoratori.

Questo quanto dicono Todde e Puglisi: «Consideriamo intollerabile la decisione da parte dell’azienda Yokohama di procedere con il licenziamento collettivo degli 84 dipendenti e di non accedere alla cassa integrazione Covid come proposto dal Governo, contestiamo la decisione unilaterale dell’azienda che, con questa immotivata presa di posizione, non tutela i livelli occupazionali nella delicata fase di cessione dell’azienda, che rischia di diventare così una mera operazione immobiliare. In questo modo si chiude la porta in faccia a qualsiasi possibile supporto del Governo nella trattativa di cessione o possibile intervento a supporto dello sviluppo anche per gli acquirenti e tutto torna il mano alla Regione Abruzzo. Chiediamo, quindi, a Yokohama di non procedere al licenziamento collettivo e di utilizzare tutti gli strumenti che il nostro Governo mette a disposizione».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caso Yokohama, i sottosegretari Todde e Puglisi: "Azienda non licenzi, abbiamo gli strumenti"

ChietiToday è in caricamento