Licenziamenti Iper Conad Ortona, il Partito Comunista: "Sostegno alla classe operaia abruzzese"

Il segretario regionale Antonio Felice attacca anche i sindacati. Intanto Camillo D'Alessandro (Italia Viva) porta la questione in Parlamento

Esprime solidarietà nei confronti dei lavoratori abruzzesi il segretario regionale del partito comunista, Antonio Felice in particolare sulle vicende Pilkington di San Salvo e su quella più recente dei licenziamenti da parte di Iper Conad di Ortona.  

"Nel primo caso, a difendere la posizione dei padroni è direttamente la Cisl - si legge in una nota -  la quale, facendosi portavoce degli interessi dei “datori di lavoro”, giustifica il provvedimento della cassa integrazione a causa del ritardo di sei mesi nella produzione di autovetture, malgrado l’innovazione e l’impegno profuso dalla classe padronale del colosso giapponese. Ci chiediamo, dopo gli ingenti utili realizzati dallo stabilimento grazie al plusvalore sottratto dalle tasche degli operai, perché debbano essere questi ultimi a pagare le logiche dei mercati e non, invece, chi gode dell’accumulo del loro sudore. Domanda evidentemente estranea per i sindacati confederali, ormai totalmente organici agli interessi antioperai il cui status non è più nascosto o mascherato, ma pubblico".
 
Sulla questione licenziamenti proclamati dal settore commerciale Conad il partito comunista parla di "un’assurdità colossale dipesa da una gestione padronale approssimativa e superficiale che ha portato anche qui, a far pagare tutta propria incompetenza e tutta la propria inadeguatezza ai lavoratori. Ci uniamo solidali a tutti gli operai e i lavoratori abruzzesi vittime dell’ingordigia di quella classe parassitaria di cui la società potrebbe fare a meno, i padroni oggi definiti, manager, datori di lavoro".Il Partito Comunista invita alla "massima mobilitazione ed esprime vicinanza e sostegno a tutta la classe operaia abruzzese".

Intanto, il caso licenziamenti Conad arriva in Parlamento: giovedì 5, alle 14, in diretta webtv della Camera dei Deputati, in commissione lavoro si discuterà l'interrogazione presentata dal Deputato abruzzese di Italia Viva Camillo D'Alessandro

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Il lavoratori ed i sindacati non rimarranno soli - afferma il deputato abruzzese di Italia Viva, Camillo D'Alessandro - abbiamo il dovere di andare oltre la solidarietà e pretendere che la vertenza diventi nazionale e diventi agenda di lavoro del Ministero del Lavoro e dello Sviluppo Economico. Purtroppo - conclude D'Alessandro - l'assenza della Regione in questa vertenza ha indebolito fino ad ora le ragioni dei sindacati e dei lavoratori".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Pantafica, lo spaventoso spettro notturno secondo la credenze popolare abruzzese

  • Coronavirus: altri 37 nuovi positivi, 11 nel Chietino

  • Coronavirus: un solo nuovo caso, ma c'è un morto per la prima volta dopo un mese un mezzo di tregua

  • Coronavirus: oggi in Abruzzo 11 nuovi casi, 3 persone in terapia intensiva

  • Fabrizio Di Stefano a Matteo Salvini: "Troverai una Chieti cambiata e che riparte"

  • La d'Annunzio è pronta a ripartire: lezioni su prenotazione, esami a scelta in presenza oppure online

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento