rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
Politica

LIberi a Sinistra: "Un atto dovuto il voto favorevole al bilancio consuntivo"

I consiglieri Raimondi, De Luca e Di Primio evidenziano il lavoro di risanamento finora svolto dall'amministrazione Ferrara

«Il nostro voto favorevole al rendiconto 2021, redatto dal commissario prefettizio, evidenzia il lavoro di risanamento finora svolto dall’amministrazione Ferrara a fronte della drammatica situazione del Comune, lasciataci in eredità dalle precedenti amministrazioni di centrodestra». Così commentano il voto favorevole in aula i tre consiglieri del gruppo consiliare “Liberi a Sinistra”, Edoardo Raimondi, Valentina De Luca e Silvio Di Primio.

«È indubbio che tantissimo c’è ancora da fare per arrivare a vedere la luce dal pericoloso tunnel del predissesto, che stiamo percorrendo per responsabilità non dell'attuale maggioranza e neppure della cittadinanza; responsabilità che hanno i nomi ed i cognomi di coloro che impunemente ci hanno portato a tale situazione», continuano i consiglieri.

«La disamina del rendiconto redatto dal commissario, e approvato in aula con i soli voti della maggioranza compatta, evidenzia ancora una volta ciò che noi abbiamo più volte sollecitato e che sta fra le motivazioni che ci hanno spinto a dar vita a un nuovo gruppo consiliare», ribadiscono i tre.

«Infatti – evidenziano gli stessi – permane ancora un’enorme farraginosità nell’azione burocratica della macchina amministrativa che rallenta, o addirittura blocca, la realizzazione degli intendimenti e degli indirizzi dati dall’azione politica. È adesso indispensabile – sottolineano De Luca, Raimondi e Di Primio – superare organizzazione e metodi di lavoro obsoleti, adottando strumenti (documento informatico, modalità di riscossione e rendicontazione telematici omogenei fra l’ente Comune e le società partecipate, ecc.) che oltre a garantire celerità, permettono di avere chiarezza immediata su tutte le attività dell’ente e sulle effettive disponibilità finanziarie».

«Inoltre – continuano i tre consiglieri di “Liberi a Sinistra” – il perdurare del ricorso ad anticipazioni di tesoreria è diretta conseguenza della più che disastrata condizione in cui è stata ridotta la Teateservizi nei dieci anni di governo cittadino del centrodestra. Una società portata al fallimento da una classe politica cieca e irresponsabile che ora, addirittura, punta il dito contro l’attuale amministrazione incolpandola dei disastri che, invece, loro stessi hanno creato».

«L’ottimo lavoro che il commissario Di Iorio sta portando avanti, facendo finalmente chiarezza sulla Teateservizi, da buone speranze per un risanamento della stessa che, addirittura, ha già iniziato a riscuotere tributi ad un livello mai raggiunto nei precedenti dieci anni».

«Nutriamo – concludono Raimondi, De Luca e Di Primio – grande fiducia nell’operato del commissario Di Iorio, nella certezza che la Teateservizi possa finalmente adempiere alla sua funzione più importante: fornire liquidità al Comune per far fronte ai severi impegni del Piano di riequilibrio e nello stesso tempo, in sinergia con la Chieti Solidale, offrire servizi più consoni alla cittadinanza e ai più deboli».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

LIberi a Sinistra: "Un atto dovuto il voto favorevole al bilancio consuntivo"

ChietiToday è in caricamento