Didattica a distanza ed esami di stato: dalla Lega giovani striscioni contro la ministra Azzolina

“Caos e incompetenza assoluta, Azzolina si faccia un esame di coscienza” è il messaggio comparso a Lanciano dopo le proteste degli studenti

“Caos e incompetenza assoluta, Azzolina fatti tu l' esame di.. coscienza” è il messaggio comparso su uno strisicone a Lanciano dalla Lega Giovani per il ministro dell'Istruzione per denunciare "lo stato di confusione in cui versa la scuola sul tema della didattica a distanza e sull'esame di stato" fa sapere il coordinatore federale del movimento giovanile della Lega, on. Luca Toccalini.

Striscioni con messaggi analoghi sono stati appesi dalla Lega davanti a decine di scuole di tutta Italia.

“Abbiamo ricevuto centinaia di segnalazioni e reclami provenienti dagli studenti di ogni angolo della nostra regione" spiega Gloria Verratti, coordinatrice della Lega Giovani della provincia di Chieti.

"Una didattica a distanza attuata senza il minimo coordinamento - prosegue - e una gestione a dir poco imbarazzante degli esami di maturità sono l’emblema del fallimento totale di questo Governo e a farne le spese, tanto per cambiare, sono ancora una volta gli studenti. Mancano poco meno di quattro settimane all’inizio della maturità e pretendiamo che il Ministro Azzolina si scusi per la figuraccia e per il caos generato. Non siamo solo noi a chiederlo, ma milioni di studenti e di famiglie abbandonate da un Governo di dilettanti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Presunti favori dai vigili": il nome di Marsilio nella puntata di Report, ma il presidente respinge le accuse

  • Il Wwf conferma: "Lupi avvistati e fotografati nella periferia di Chieti"

  • Dopo una telefonata gli clonano il numero e rubano 15 mila euro dal conto: denunciate

  • Tragico incidente nella rimessa di casa: muore schiacciato dall'escavatore

  • Coronavirus: 560 nuovi contagi e 12 morti in Abruzzo nelle ultime 24 ore

  • Cos’è il saturimetro e perché averne in casa uno in questo periodo di emergenza sanitaria

Torna su
ChietiToday è in caricamento