menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Lanciano, decretata la chiusura del presidio davanti all'ospedale Renzetti

Dopo 10 giorni i precari della sanità aspettano un bel regalo sotto l’albero di Natale e, intanto, convocano una conferenza stampa per questa mattina, 23 dicembre, davanti al CUP per presentare novità significative su questa vertenza

Dopo 10 giorni di presidio, i precari della sanità di Lanciano aspettano un bel regalo sotto l’albero di Natale e, intanto, convocano una conferenza stampa per questa mattina, 23 dicembre, davanti al CUP dell'ospedale Renzetti per chiudere il presidio e presentare novità significative su questa vertenza.

"A questo punto - si legge in una nota - chiediamo alla Regione Abruzzo e al direttore della Asl 2 di ripensare la politica delle esternalizzazioni da parte dell’azienda sanitaria come è stato fatto in altre Regioni italiane. La Regione Lazio, con la Legge Regionale n°4 del febbraio 2017 ha riconosciuto l’azianità di servizio per il personale sanitario addetto e non, impiegato dalle aziende e cooperative che hanno in appalto i servizi sanitari. La Regione Puglia  invece, attraverso la creazione di società in house providing ha riportato sotto il suo controllo i servizi e i lavoratori delle ditte esterne".

Stamane, infine, verrà presentato un dossier preparato da USB sugli sprechi di denaro pubblico da parte della ASL 2.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento