Mercoledì, 12 Maggio 2021
Politica

"Lanciano conta poco nel bilancio regionale", l'affondo del vicesindaco

Giacinto Verna, vicesindaco di Lanciano e coordinatore politico della lista civica Progetto Lanciano, boccia senza appello la giunta guidata dal presidente Marco Marsilio per la scarsa attenzione riservata

"Lanciano dimenticata nel bilancio regionale e un centrodestra incapace di rappresentare la città": è questa l'accusa mossa da Giacinto Verna, vicesindaco di Lanciano e coordinatore politico della lista civica Progetto Lanciano, il quale boccia senza appello la giunta guidata dal presidente Marco Marsilio "che a Lanciano - sottolinea - ha riservato meno delle briciole".

Al capoluogo frentano sono stati destinati, con un emendamento proposto dall'assessore leghista Nicola Campitelli, 50mila per la messa in sicurezza del commissariato e per Verna "fa quasi sorridere l'esultanza degli esponenti locali del centrodestra per quella che sembra poco più di un'elemosina elargita alla fine della lunga discussione in consiglio. Su quella struttura stiamo già investendo cifre ben più considerevoli, con un primo lotto di lavori già realizzato e la progettazione dell'adeguamento sismico, mentre erano stati chiesti fondi molto più sostanziosi con un emendamento presentato dal consigliere Francesco Taglieri (M5S) per la messa in sicurezza del territorio cittadino dal dissesto idrogeologico. Una vera e propria emergenza, che stiamo affrontando dopo anni di trascuratezza, ma che la Regione ha completamente dimenticato".

Per Daniele Pagano, coordinatore cittadino di Progetto Lanciano, "certe scelte sono il frutto di una visione miope e dell'incapacità di avere una visione globale del territorio governato. Non ci si venga a dire che il problema è la mancanza di un rappresentante prettamente lancianese all'Emiciclo - incalza Pagano - Marsilio e la sua giunta sono stati eletti per governare una regione intera, nel rispetto delle esigenze dei territori e dell'importanza delle città: e chi governa l'Abruzzo non può ignorare quella di Lanciano, a prescindere dove sia nato o risieda".

Verna ricorda inoltre che risorse più sostanziose sulla città nel recente passato, a prescindere dal colore politico della giunta.

"Piuttosto che esultare per un'elemosina da 50mila euro - conclude il capogruppo consiliare di Progetto Lanciano, Di Corinto, - gli esponenti locali del centrodestra dovrebbero casomai alzare la voce per chiedere a Campitelli, come a tutti i propri colleghi di partito, di rappresentare di più e meglio la città nella quale si sono prodigati per contribuire al successo elettorale di Marsilio".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Lanciano conta poco nel bilancio regionale", l'affondo del vicesindaco

ChietiToday è in caricamento