menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
La visita di ieri

La visita di ieri

La visita dell'assessore Verì all'ospedale di Chieti diventa un caso politico

L'opposizione in consiglio comunale parla di "indecorosa passerella da campagna elettorale" e chiede le ragioni della presenza del candidato sindaco della Lega Di Stefano

La visita all'ospedale di Chieti dell'assessore regionale alla Sanità, Nicoletta Verì, diventa un caso politico, con l'opposizione che accusa di "passerella indecorosa da campagna elettorale in piena emergenza". 

In particolare, i consiglieri di Partito Democratico, Chiara Zappalorto, Chieti per Chieti, Luigi Febo, e Chieti punto da capo, Stefano Rispoli ed Enrico Raimondi, si scagliano contro la presenza del candidato sindaco della Lega, Fabrizio Di Stefano, accanto al presidente del consiglio comunale teatino, chirurgo del Santissima Annunziata, Liberato Aceto.

"Non comprendiamo  - dicono gli esponenti di minoranza - la ragione della presenza di quest’ultimo e soprattutto non comprendiamo come sia possibile che, mentre tutti i cittadini possano uscire solo per compravate necessità, il candidato sindaco Di Stefano possa partecipare a una conferenza stampa istituzionale, addirittura in un presidio ospedaliero".

"Ci rendiamo conto dell’esigenza di farsi conoscere dalla città - incalzano - visto che non la vive e non la frequenta, ma in un momento così delicato mentre tutto il personale ospedaliero è impegnato a fronteggiare l’emergenza ci sembra a dir poco irrispettoso".

"Chiediamo allora - aggiungono - a che titolo fosse lì Di Stefano che non ha alcun ruolo istituzionale attualmente e chiediamo inoltre se la Verì fosse lì in veste di esponente della Lega o di assessore regionale. Il centrodestra teatino cosa dice di ciò che è successo ieri mattina? Febbo cosa ne pensa?".

I consiglieri, che hanno chiesto di organizzare un consiglio straordinario per sapere cosa prevede la fase 2 per la città di Chieti, si rivolgono al presidente Aceto, invocando la sua attenzione agli "impegni istituzionali e una città che attende risposte sul suo presente e sul futuro".

Chiara Zappalorto PD

Enrico Raimondi e Stefano Rispoli Chieti.Dacapo

Luigi Febo ChietixChieti

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento