"Stop alla tassa di occupazione del suolo pubblico per i locali": la proposta dei 5 stelle

Ordine del giorno presentato da Argenio e D'Arcangelo per aiutare gli esercizi commerciali teatini che somministrano cibi e bevande in vista della riapertura dopo l'emergenza Coronavirus

I consiglieri comunali Argenio e D'Arcangelo

Un ordine del giorno per chiedere l'abbattimento totale della Tosap, la tassa per l'occupazione del suolo pubblico, in favore degli esercizi commerciali teatini che somministrano cibi e bevande, tra i settori più colpiti dell'emergenza economica causata dal Covid 19. È la proposta presentata oggi in modalità telematica dai consiglieri del Movimento 5 stelle, Ottavio Argenio e Manuela D'Arcangelo, che sarà discussa appena possibile in consiglio comunale. 

L'idea è di aiutare in maniera concreta gli esercenti di Chieti che, alla riapertura, cercheranno di recuperare le perdite derivanti dai mesi di chiusura forzata, attenendosi alle norme anticontagio che saranno indicate. 

“Proprio per cercare di superare queste difficoltà – spiegano Argenio e D'Arcangelo – è assolutamente necessario consentire agli esercenti che provvedono alla somministrazione di cibi e bevande di utilizzare gli spazi esterni ai locali per sistemare dehors, gazebo, tavolini e sedie in modo da poter recuperare e compensare la perdita di spazi utili all'interno dei locali quando le attività potranno essere riavviate”.

La proposta è basata su calcoli concreti: “Dal punto di vista delle finanze comunali - precisano - la temporanea concessione gratuita delle aree pubbliche non dovrebbe comportare una perdita consistente per l'ente, visto che le attività che già oggi svolgono il servizio all'esterno non sono molte e che l'individuazione di nuovi spazi non dà vita a un minor gettito delle entrate comunali, soprattutto non comporta minori entrate rispetto alle previsioni di bilancio”.

“D'altro canto - continua il capogruppo Argenio – il Comune è l'istituzione che più delle altre è vicina ai cittadini e alle imprese del territorio e ha il dovere di dare segnali concreti di tale vicinanza soprattutto nei momenti di difficoltà. Occorre poi precisare che una parte del minor gettito fiscale registrato dai Comuni a causa dell'emergenza Covid-19 sarà compensata dalle manovre del Governo centrale, per cui riteniamo che non sarà certo la momentanea sospensione della Tosap a creare problemi di tenuta per gli equilibri di bilancio del nostro ente”.

“L'auspicio – concludono – è che l'assise civica accolga tale proposta dando un segnale al sndaco e alla giunta affinché lavorino in fretta con gli uffici comunali per sostenere la ripresa delle attività economiche della nostra città”. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Interruzioni idriche a Chieti e provincia dal 20 al 27 ottobre: il calendario completo

  • Coprifuoco anche in Abruzzo? Marsilio: "Sì, se necessario"

  • Coronavirus a Chieti: 2 casi positivi e 7 persone in isolamento

  • Capodanno in autogrill a Brecciarola: l’evento diventa virale anche in Abruzzo

  • Schianto mortale sulla Statale 16: perde la vita una ragazza di 17 anni

  • La resa dei conti nel centrodestra è arrivata: Febbo non è più assessore regionale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ChietiToday è in caricamento