Politica

Ritardi nell'approvazione del rendiconto: il caso finisce in Parlamento

Interrogazione dell'onorevole Paglia (Sinistra Italiana) al ministro dell'Interno. Le opposizioni si erano già rivolte al prefetto

I ritardi del Comune di Chieti nell’approvazione del rendiconto dell’esercizio finanziario relativo al 2016 finiscono in Parlamento. L’onorevole di Sinistra Italiana Giovanni Paglia, su segnalazione del consigliere comunale Enrico Raimondi e del segretario regionale di Sinistra Italiana Daniele Licheri, ha presentato un’interrogazione al ministro del’Interno. Parte dell’opposizione consiliare aveva già inoltrato al prefetto Antonio Corona una richiesta in merito. 

Nell’interrogazione, Paglia informa il ministro dell’Interno dell’inadempienza della giunta comunale di Chieti e del fatto che il prefetto, nonostante le richieste dei gruppi consiliari di opposizione, non abbia provveduto alla nomina di un commissario ad acta, come previsto dalla legge. Tuttavia, lo scorso 9 giugno, ha diffidato l’interno consiglio comunale, indicando un lasso di 20 giorni per l’approvazione del rendiconto.

Nei successivi 20 giorni, la giunta ha proceduto nell’approvazione dello schema del rendiconto, trasmettendo i relativi allegati ai singoli consiglieri per la discussione, ma il consiglio comunale non ha affrontato la questione, “con il risultato - si legge nell’interrogazione - che lo strumento finanziario relativo al bilancio 2016 rimane appeso e irrisolto”. 

L’onorevole Paglia chiede dunque “se si giudichino perentori o meno i termini delle norme qui richiamate; quali iniziative intenda assumere affinché si proceda non soltanto alla nomina di un commissario ad acta per la stesura e l’approvazione del rendiconto 2016 del Comune di Chieti bensì per valutare se sussistano anche le condizioni per lo scioglimento del suddetto consiglio comunale”.

_

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ritardi nell'approvazione del rendiconto: il caso finisce in Parlamento

ChietiToday è in caricamento