Politica

Interrograzione dell'Idv su Impianto rifiuti

Interrogazione dell’Idv sull’impianto di trattamento rifiuti di Casalincontrada/Brecciarola di Chieti al Consiglio Regionale di martedì 8 novembre, il comunicato dell'Idv

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ChietiToday

"Ieri mattina durate il Question Time abbiamo interrogato la Giunta regionale per conoscere se ritiene la realizzazione dell’impianto di trattamento rifiuti di Casalincontrada/Brecciarola di Chieti compatibile con la situazione di criticità che interessa, nel complesso, l’area della Val Pescara, e se sì, quali misure intende porre in essere per definire nuove regole sulla pianificazione e tutela del territorio".

E’ quanto dichiarano in una nota congiunta il consigliere regionale dell’IdV, Lucrezio Paolini, ed il coordinatore regionale dei giovani IdV, Giampiero Riccardo.

"La risposta dell’Assessore Giuliante - continuano - non può ritenerci soddisfatti perché non entra nel merito della realizzazione del nuovo impianto di Casalincontrada e di fatto non si pronuncia sull’ allarme ambientale nella Val Pescara, smentendo le preoccupazioni di molti amministratori locali. Inoltre la Giunta rifiuta il nostro invito alla realizzazione di nuove regole che disciplinino la pianificazione e la tutela del territorio e della salute pubblica.

Ancora una volta il centrodestra, quando c’è da scegliere tra l’interessa pubblico e quello privato, preferisce fare come le tre scimmiette; non vede, non sente e non parla.

Ci aspettavamo anche di conoscere se e quali strategie tecnico-amministrative la Regione aveva in programmazione per far partire la bonifica del sito d’interesse regionale della zona industriale di Chieti Scalo che sta compromettendo il rilancio economico e occupazionale dell’intera area e che tiene in forte ansia le 130 famiglie degli operai ex-burgo a cui il 4 Dicembre prossimo scadranno i benefici previsti della cassa integrazione.

L’Italia dei Valori chiede di programmare nuove modalità di partecipazione attiva di tutte le parti sociali alla composizione di strumenti di monitoraggio sulle condizioni esistenti della Val Pescara, su nuove possibilità di sviluppo compatibili con il territorio e sulle possibili ricadute ambientali derivanti da autorizzazioni a nuovi impianti di stoccaggio, lavorazione e trattamento di rifiuti di ogni genere.
La Val Pescara ha già dato, ora è arrivato il momento di ricevere”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Interrograzione dell'Idv su Impianto rifiuti

ChietiToday è in caricamento