rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Politica

Asili nido, l'amministrazione rassicura: "L'obiettivo è restituire i servizi alle famiglie"

Sindaco e assessore Giammarino replicano all'interrogazione della consigliera di Azione Politica Pompilio, che aveva chiesto "azioni concrete" per la riapertura

“L’intento di questa amministrazione è e resta quello di riaprire i nidi comunali, tant’è che subito dopo il nostro insediamento abbiamo fatto un monitoraggio su tutte le strutture dismesse nel 2018 dalla precedente amministrazione per verificarne condizioni e stato in modo da stabilire una tabella di marcia per il ripristino”. Così il sindaco Diego Ferrara e l’assessore alla Pubblica Istruzione, Teresa Giammarino, replicano all'interrogazione presentata dalla consigliera di Azione Politica Serena Pompilio.

“Si tratta di un’azione scritta nero su bianco sul nostro programma di mandato e di cui la consigliera Pompilio è perfettamente a conoscenza, anche per averla condivisa finché è stata parte della maggioranza – riprendono gli amministratori -  A fronte delle verifiche è emerso che le strutture non erano a norma, cosa che ha spinto Chieti Solidale, a cui era passata la gestione, di chiedere a chi ci ha preceduto di provvedere. Ciò non è accaduto e non appena ci siamo insediati ci siamo messi al lavoro per renderlo possibile e così abbiamo inserito gli asili di viale Amendola e via Arenazze in progetti di riqualificazione. Aspettiamo di avere la disponibilità del nido di piazza Carafa e poco manca per quanto riguarda il nuovo asilo di via Buracchio, che noi abbiamo provveduto a completare con gli arredi e per cui abbiamo pubblicato un bando al fine di affidarne la gestione. I termini per candidarsi si sono chiusi il 25 febbraio scorso e sono in tanti i soggetti che hanno risposto all’avviso, in questi giorni gli uffici selezioneranno il migliore offerente per procedere all’affido in concessione. Non ci sarà alcuna privatizzazione, perché per iscrivere i propri figli al nido si dovrà tenere conto dell’Isee e dei parametri stabiliti dal Comune per il servizio. Individuato il gestore, il nostro intento sarà quello di attivare la struttura già a settembre".

"Infine, per quanto riguarda il plesso di Sant’Andrea - concludono - abbiamo all’attivo da settimane riunioni e sopralluoghi per dare corpo al progetto che prevede di integrare la struttura esistente in modo da potervi ospitare anche un nido per bambini da 0 a 3 anni. A fronte delle azioni messe in cantiere, abbiamo ritenuto di destinare l’ex Peter Pan a una struttura sanitaria, cedendolo alla Asl 2, affinché ospiti servizi sanitari territoriali che a Chieti scalo mancano da due anni dopo la chiusura del distretto sanitario. Il nostro intento è quello di dare alla comunità ulteriori servizi, se Pompilio non condivide un’impostazione che va in tale verso, ce ne faremo una ragione”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asili nido, l'amministrazione rassicura: "L'obiettivo è restituire i servizi alle famiglie"

ChietiToday è in caricamento