menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Project financing ospedale di Chieti: Marcozzi presenta un'interpellanza all'assessore alla Sanità

La capogruppo del Movimento 5 stelle vuole conoscere le intenzioni della giunta regionale sul progetto da sempre contestato dai pentastellati

Un'interpellanza all'assessore alla Salute, Nicoletta Verì, per conoscere come la giunta Marsilio si stia orientando in merito al project financing dell'ospedale di Chieti. La annuncia la capogruppo del Movimento 5 stelle in consiglio regionale, Sara Marcozzi, che dice: "Voglio sapere esattamente come hanno intenzione di intervenire sulla struttura, in che modo si intenderà andare avanti, con quali procedure e, soprattutto, con quale scadenza temporale".

Da tempo, infatti, i pentastellati dicono no alle modalità di finanziamento del nuovo ospedale di Chieti e più volte si sono scontrati in merito con la precedente giunta di centrosinistra che, accusa Marcozzi, "ha puntualmente ignorato le nostre richieste, fondate su documenti e numeri ufficiali, di fermare il progetto per evitare il rischio di uno sperpero di denaro pubblico".

Ora, l'assessore Verì ha dichiarato di essere contraria alla realizzazione del project financing, ma la consigliera Marcozzi vuole che il caso venga affrontato in consiglio regionale, "per vedere nei fatti, più che a parole, come questa giunta si stia organizzando sul caso. Voglio sapere esattamente come hanno intenzione di intervenire sulla struttura, in che modo si intenderà andare avanti, con quali procedure e, soprattutto, con quale scadenza temporale”.

"In questo caso, la posta in palio è ben più alta di qualsiasi tipo di divergenza politica. Parliamo del futuro del sistema sanitario teatino e, più in generale, dell'intera Regione. Le intenzioni mostrate dall'assessore Verì - aggiunge - vanno nella direzione giusta e che noi indichiamo alle istituzioni regionali da anni. Proprio sul project financing dell'Ospedale di Chieti, infatti, il Movimento 5 Stelle è riuscito a difendere gli interessi dei cittadini grazie a esposti ad Anac e Corte dei Conti, affinché la gestione della struttura non terminasse in mano a soggetti privati. Proteggere la salute pubblica, lasciandone il controllo in mano a chi ha il solo interesse di curare i cittadini, utilizzando ogni strumento a propria disposizione, è un dovere della giunta. Adesso, alle buone intenzioni, aspetto che seguano i fatti”, conclude Marcozzi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento