Inchiesta cardiochirurgia, provvedimenti in arrivo dalla Regione: convocate Asl e università

L'assessore regionale alla Salute sull'inchiesta della magistratura. "Si tratta di una vicenda isolata" precisa

Dopo gli arresti nell'ambito dell'inchiesta sulla maxi frode sanitaria alla Asl di Chieti, l’assessore regionale alla Salute, Nicoletta Verì, convoca azienda sanitaria e università. Nella mattinata di domani, mercoledì 28 ottobre, Verì incontrerà in Assessorato il direttore generale della Asl Lanciano-Vasto-Chieti Thomas Schael e il rettore dell’università “d’Annunzio” (trattandosi, la cardiochirurgia, di disciplina a direzione universitaria) per assumere i necessari provvedimenti urgenti di carattere sanitario. 

“Apprendiamo con profondo dolore - commenta l'assessore - gli sviluppi dell’inchiesta della magistratura su alcuni episodi che sarebbero avvenuti nell’unità di cardiochirurgia del policlinico di Chieti. Abbiamo massima fiducia nel lavoro degli inquirenti e ci auguriamo che venga fatta piena luce su quanto accaduto nel più breve tempo possibile".

Verì ci tiene a precisare che "si tratta di una vicenda isolata e circoscritta, che non può e non deve in alcun modo oscurare il grande lavoro che, soprattutto in questo periodo di emergenza, i medici e tutti gli operatori sanitari stanno garantendo ai nostri concittadini”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Primo giorno di zona rozza in Abruzzo": il post del Tg1 scatena l'ilarità dei social

  • "Presunti favori dai vigili": il nome di Marsilio nella puntata di Report, ma il presidente respinge le accuse

  • La provincia di Chieti si spopola: Ortona e Lanciano perdono più abitanti

  • Il Wwf conferma: "Lupi avvistati e fotografati nella periferia di Chieti"

  • Zona rossa, si può fare la spesa in un altro Comune se si risparmia: le nuove indicazioni del Governo

  • Test sierologici in tutte le farmacie abruzzesi: si inizia da studenti e loro familiari

Torna su
ChietiToday è in caricamento