Venerdì, 17 Settembre 2021
Politica

Dalla Regione quasi mezzo milione per fronteggiare l'emergenza incendi, ma Marcozzi attacca: "Non bastano"

La capogruppo del Movimento 5 stelle accusa la giunta Marsilio di non aver lavorato sulla previsione, per evitare ciò che è accaduto in questi giorni in diverse località del Chietino, a Pescara e non solo

Un fondo da 405.500 euro per fronteggiare l'emergenza incendi di questi giorni, assegnato al Servizio di Protezione Civile regionale e trasferito all’Agenzia regionale di Protezione civile.

È quanto stanziato oggi dalla Regione Abruzzo. Inoltre la giunta, su proposta degli amministratori dei Comuni coinvolti nei roghi, si impegna a utilizzare le risorse comunitarie e nazionali derivanti da economie, riprogrammazione e nuova programmazione, nella misura di 3 milioni, per interventi finalizzati al ripristino, recupero e valorizzazione delle aree interessate dagli incendi, nonché per attività di potenziamento delle misure di prevenzione e salvaguardia delle aree medesime. In più, si impegna ad assumere ogni utile iniziativa per il ripristino del potenziale produttivo agricolo danneggiato o distrutto in conseguenza degli incendi, destinando per tale finalità specifiche risorse previa quantificazione del danno subito e si impegna ad assumere altresì ogni utile iniziativa per le riserve regionali danneggiate dagli incendi, a tutela dei particolari e rilevanti valori ambientali e paesaggistici che dette riserve rappresentano per il territorio regionale.

Ma l'intervento della Regione, per la capogruppo del Movimento 5 stelle in consiglio regionale Sara Marcozzi, non è sufficiente. 

"Era doveroso prendere immediatamente provvedimenti e, nel prioritario interesse dei cittadini abruzzesi - spiega - abbiamo lavorato nel pieno spirito di collaborazione per reperire i fondi e consentire ai Comuni investiti dalle fiamme di poter avviare lavori di somma urgenza. Abbiamo tutti negli occhi le immagini drammatiche di questi ultimi giorni, con i focolai che hanno investito ampie aree del territorio regionale, e sarà un dovere del centrodestra assumere al più presto nuove iniziative per impegnare cifre destinate ai territori più colpiti". 

Per Marcozzi, però, "la cifra stanziata oggi, di circa 500mila euro, non può essere assolutamente sufficiente alla luce degli ingenti danni subiti. Ciò che però siamo costretti a constatare è che, ancora una volta - accusa - questa giunta regionale si è dimostrata incapace di lavorare sulla previsione. Non può il centrodestra attivarsi solamente dopo che le calamità avvengono. Gli strumenti adatti per non farsi trovare completamente impreparati davanti agli incendi esistono, ma vanno prima pianificati e poi applicati. Sappiamo bene che in Abruzzo, nel periodo estivo, si creano episodi di questo genere ogni anno, eppure nemmeno questo basta alla giunta Marsilio per attivarsi. Oggi noi abbiamo mostrato la solita collaborazione istituzionale a difesa del nostro patrimonio verde davanti all'abituale assenza di programmazione del governo regionale”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla Regione quasi mezzo milione per fronteggiare l'emergenza incendi, ma Marcozzi attacca: "Non bastano"

ChietiToday è in caricamento