Giovedì, 28 Ottobre 2021
Politica

Vertenza Honeywell, il Pci chiede l'intervento delle istituzioni

L'appello di Antonio Macera, della direzione nazionale e segretario regionale Abruzzo, che esprime solidarietà ai lavoratori

Anche il Pci chiede un intervento immediato delle istituzioni in merito alla vertenza Honeywell ed esprime solidarietà ai 420 lavoratori. Antonio Macera, della direzione nazionale e segretario regionale Abruzzo per il Pc, chiede l'immediato coinvolgimento di tutte le autorità istituzionali, per salvare il polo produttivo di Atessa e l'attuale livello di occupazione.

"Honeywell Atessa - ricorda Macera - si è già pesantemente ristrutturata nel corso degli anni, a spese della base produttiva, e mentre gli utili si triplicano, gli operai vengono mandati a casa. Che poi si decida di aprire in Slovacchia e chiudere la fabbrica italiana piuttosto che quella francese, questo dipende dalle strategie commerciali di una multinazionale che organizza la sua presenza in Europa in base ad una grande filiera, considerando i lavoratori come una semplice variabile all’interno di una falsa logica che prevede il primato dell’impresa sull’uomo".

"Nel manifestare piena solidarietà ai lavoratori ed al suo sindacato - aggiunge - la Fiom-Cgil chietina, chiedo l'immediato coinvolgimento di tutte le autorità istituzionali al fine di salvare questo fondamentale polo produttivo e l’attuale livello occupazionale. A livello generale la riflessione che si impone è che senza una critica di classe la più ampia e convergente possibile, senza l’azione unitaria della classe operaia a livello europeo, senza un pacchetto di misure restrittive antimonopoliste che ridisegnino gli attuali rapporti sociali e di produzione, fenomeni come quello di Atessa sono purtroppo destinati ad intensificarsi": 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vertenza Honeywell, il Pci chiede l'intervento delle istituzioni

ChietiToday è in caricamento