rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Politica

"No ai bombardamenti sulle città, solidarietà all'Ucraina": ordine del giorno del Partito Democratico in consiglio comunale

Il provvedimento sarà presto discusso nell'assise civica; dai consiglieri massimo sostegno alla comunità ucraina residente in città

Il gruppo consiliare del Partito Democratico di Chieti ha presentato un ordine del giorno di sostegno alla popolazione ucraina, condannando fermamente "l’azione bellica russa ai danni di uno Stato sovrano in spregio a ogni regola del Diritto Internazionale e ad ogni possibilità di soluzione negoziale per il mantenimento della pace in Europa".

“Le immagini che arrivano dall’Ucraina - commentano i consiglieri Dem - ci lasciano atterriti, e mai avremmo voluto vedere scene di dolore e di paura che coinvolge una popolazione civile inerme e incolpevole. Pensare che una guerra possa attanagliare l’Europa adesso, a due anni dalla pandemia da Covid, che già di suo ha creato troppe vittime e minato la stabilità di vita quotidiana dei nostri Paesi, ci trova sgomenti. È difficile realizzare nel 2022, infatti, come la Storia possa aver insegnato davvero poco agli uomini e agli Stati, e quanto è vera la considerazione che la Pace è un bene che non possiamo mai dare per scontato, ma che sempre va costruito e preservato”.

“Come gruppo consiliare, al fine di sensibilizzare la nostra città e tutte le Istituzioni ai loro diversi livelli - spiegano - abbiamo ritenuto assolutamente necessario presentare un ordine del giorno in consiglio comunale per riflettere insieme, condannare fermamente l’invasione russa dell’Ucraina, esprimere sostegno e solidarietà alla popolazione ucraina, e chiedere al Governo italiano e agli Stati membri e delle Istituzioni dell’Unione Europea di impegnarsi in iniziative di contrasto dell’aggressione assumendo le misure necessarie per liberare l’Ucraina e fermare l’invasione in corso”.

“Come amministratori locali - aggiungono - non faremo mancare il nostro supporto e sostegno alla comunità ucraina residente nella nostra città. La loro preoccupazione per i propri cari nel paese d’origine, e il loro dolore per la devastazione che vedono perpetrarsi ai danni delle proprie città, appartengono anche a noi. Con loro dunque, e con tutta la comunità teatina, ci impegneremo a creare ogni possibile mobilitazione e azione di condanna morale e politica delle azioni di guerra di Putin, per il ripristino di una democratica convivenza dei popoli”.

“Il nostro auspicio è un cessate il fuoco immediato. Il nostro intento è unirci alle tante iniziative già in atto in tutta l’Italia per far sentire anche la voce della nostra città nell’unico obiettivo comune che è il mantenimento di una pace vera, che tenga sempre conto prima delle persone, e del bene fondamentale che è la vita delle persone, e poi degli interessi particolari che derivano dalle cose", concludono gli esponenti del Pd.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"No ai bombardamenti sulle città, solidarietà all'Ucraina": ordine del giorno del Partito Democratico in consiglio comunale

ChietiToday è in caricamento