menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La denuncia del sindaco di Guardiagrele: "Dopo la sanità la Regione ci toglie pure l'acqua!"

"La giunta regionale - spiega Dal Pozzo - sta dirottando altrove i fondi per i lavori sulla nostra rete idrica. Agiremo con tutti i mezzi a disposizione". E annuncia l'avvio di una petizione popolare

"La Regione Abruzzo ci toglie l'acqua" la denuncia arriva dal sindaco di Guardiagrele, Simone Dal Pozzo, che pone l'attenzione su una situazione che definisce allarmante e annuncia l'avvio di una petizione.

"La giunta regionale - spiega - sta dirottando altrove i fondi per i lavori sulla nostra rete idrica. Dopo le mancate risposte sulla sanità, non possono toglierci anche questo. Agiremo con tutti i mezzi a disposizione e avvieremo una petizione popolare. Avevamo raggiunto l'obiettivo di recuperare i fondi già stanziati e oggi, dopo una emergenza idrica che ci ha colpito lo scorso autunno e che ci ha visti in prima linea per difendere anche questo diritto, la Regione ci sottrae queste risorse".

Richieste e segnalazioni avevano ottenuto l'apertura di un tavolo con Ersi, Sasi e Aca e poi, a gennaio, un vertice in Regione sulle emergenze. Quando erano arrivate a Guardiagrele rassicurazioni sul fatto che le somme appena sbloccate dal Governo non sarebbero state toccate e che sarebbero partiti i lavori tanto attesi.

E invece nulla, sempre stando a quanto denuncia il sindaco di Guardiagrele, il quale "pur comprendendo le esigenze degli altri conorensori della regione" chiede con forza "di restituire al nostro territorio questi fondi". 

La situazione è allarmante. "L'inverno scorso senza neve e senza pioggia e una emergenza sanitaria che ha visto aumentare i consumi di acqua, ci fanno prevedere una stagione di secca nelle nostre sorgenti e le perdite della nostra rete non potranno che aggravare la situazione osserva Dal Pozzo.

Che conclude: "Non resteremo a guardare e, insieme alla cittadinanza che non può patire anche questo problema, avvieremo ogni iniziativa perché la Regione rivolga la sua attenzione alla nostra città. È incredibile vedere come, ancora una volta in queste settimane, siamo esclusi da ogni considerazione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ChietiToday è in caricamento